Aiuto: ha mangiato la sua cacca!

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 06/05/2020 Aggiornato il 06/05/2020

I bambini spesso manipolano le loro feci e poi portano le mani alla bocca: i casi di auto-infezione in seguito a questo "incidente di percorso" sono davvero rarissimi.

Una domanda di: Un papà disperato
Caro dottore,
il mio bambino di otto mesi ha mangiato un po’ della sua cacca. Cosa posso fare? Quali rischi corre? Conviene dargli un antibiotico?
La prego mi risponda al più presto, grazie di vero cuore.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile papà, quasi certamente non accadrà assolutamente nulla: non è raro che un bambino manipoli le sue feci e poi porti le mani in bocca, mentre è davvero raro che si autoinfettino. Tenga presnete che l’apparato digerente è sempre lo stesso e che l’organismo conosce e riconosce il suo prodotto, senza fornire reazioni avverse venendovi in contatto anche se per una via non usuale e non ortodossa. Posto tutto questo, le consiglio di tenere il suo piccolo sotto osservazione: se dovessero comparire vomito o diarrea (che sono i disturbi che potrebbero essere determinati dall’ingestione di feci) gli somministri con il cucchiaino una soluzione idratante (si prepara con acqua e una miscela di principi attivi in bustina, reperibili in farmacia), utile per prevenire la disidratazione e poi telefoni al pediatra curante per metterlo al corrennte della situazione. In genere comunque, ripeto, non succede nulla. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Antipsicotico in gravidanza: come si scala?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di “La Redazione”

In nessun caso e per nessuna ragione si deve sospendere un antipsicotici o anche solo diminuirne la dose di propria iniziativa, ma sempre e solo su consiglio dello psichiatra che lo ha prescritto.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Coronavirus e bimbi in piscina: ci sono rischi?

13/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Una cosa è certa: il Sars-CoV-2 non nuota libero nell'acqua delle piscine, per cui i bambini possono fare i bagni in piena sicurezza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti