Allattamento e TC con contrasto: sono incompatibili?

Dottor Antonio Clavenna A cura di Dottor Antonio Clavenna Pubblicato il 04/10/2021 Aggiornato il 04/10/2021

Non occorre sospendere l'allattamento al seno nel caso in cui ci si debba sottoporre a una tomografia computerizzata con mezzo di contrasto e questo vale soprattutto nel caso in cui il bambino sia già grandicello.

Una domanda di: Tania
Sono una ragazza di 33 anni, allatto una bimba di quasi 2
anni (a novembre) e dovrò affrontare una Tc con mezzo di contrasto (non so
cosa ci sia dentro). Il dottore che me la deve effettuare dice che non potrò
allattare per 72 ore, ma leggendo vari siti su internet ho letto che invece
non dovrebbe fare male al bambino, sono molto confusa non vorrei mettere in
pericolo la vita della bambina o comunque farla disperare per 3 giorni senza
motivo…mi affido a lei…la ringrazio.
Antonio Clavenna
Antonio Clavenna

Gentile Tania,
i mezzi di contrasto utilizzati per la TC passano nel latte materno in quantità molto basse e sono considerati compatibili con l’allattamento.
Nel suo caso, considerando l’età della bambina, la quantità che potrebbe assumere attraverso il latte è del tutto trascurabile.
Non è pertanto necessario lasciar trascorrere alcun intervallo di tempo tra l’esame e la poppata successiva.
Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ansia e attacchi di panico in gravidanza e lo psichiatra (incomprensibilmente) sospende i farmaci

12/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è comprensibile la ragione per la quale una donna che soffre di un disturbo ansioso con attacchi di panico dovrebbe sospendere i farmaci per il solo fatto di essere incinta, tanto più che medicinali che controllano i sintomi e sono compatibili con la gravidanza ci sono.  »

A riposo assoluto da un mese per via di uno “scollamento”

08/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

Il riposo assoluto in gravidanza è inutile e potrebbe essere dannoso, anche in caso di scollamento amnio-coriale. Molto meglio condurre una vita normale, evitando ovviamente gli strapazzi.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti