Allattamento: può causare l’ipertiroidismo?

Professor Gianni Bona A cura di Professor Gianni Bona Pubblicato il 03/08/2023 Aggiornato il 03/08/2023

Si può escludere che l'allattamento possa determina la comparsa di ipertiroidismo, cioè di un'attività abnorme della tiroide.

Una domanda di: Elisa
Buongiorno dottore,
sono mamma di Leonardo (18 mesi) e sono in dolce attesa di un secondo bimbo (entro nel quinto mese).
Dagli ultimi esami del sangue abbiamo notato un aumento dei valori della tiroide (ipertiroidismo) che se ai prossimi esami aumenterà, mi verrà
prescritta una cura. Ora, la mia domanda è: può essere il tutto dovuto all’allattamento che non ho ancora terminato di
Leonardo? Mi è stato detto anche di sospenderlo…
Mi può dare delucidazioni in merito?
La ringrazio tanto.
Gianni Bona
Gianni Bona

Cara signora,
prima di tutto devo dire che purtroppo l’informazione che mi dà (un aumento dei valori della tiroide) non ha granché significato: servono i dati per fare delle ipotesi, quindi i valori riscontrati. Lei dice anche che le è stato detto di sospendere l’allattamento, a non precisa da chi e anche quetso ha una grande importanza: è il suo endocrinologo curante che le ha suggerito questo? Se sì, come immagino. avrà senza dubbio le sue buone ragioni. In generale posso dirle che può escludere con sicurezza che l’allattamento abbia causato l’ipertiroidismo (mi chiedo se magari non si fosse già instaurato durante la precedente gravidanza). Le dico anche che a titolo precauzionale, se dovesse affrontare delle cure per l’ipertiroidismo, sarebbe comunque opportuno sospendere l’allattamento. Si rimetta comunque al parere dell’endocrinologo che l’ha in cura e che sicuramente saprà guidarla e consigliarla nel migliore dei modi. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fratello e sorella (solo da parte di madre) possono avere figli sani?

22/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

I figli di consanguinei hanno un alto rischio di nascere con anomalie genetiche e disturbi del neurosviluppo. Questa è la principale ragione per la quale nelle società organizzate sono vietate le unioni tra parenti stretti.   »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti