Allatto: posso essere incinta?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 24/03/2023 Aggiornato il 24/03/2023

L'allattamento non mette al riparo dalla possibilità di dare inizio a una gravidanza, soprattutto a un anno dal parto.

Una domanda di: Valentina
Salve Dottore, io allatto da un anno e potrebbe esserci un presunto concepimento avvenuto da poche ore, ora il punto sta che secondo lei potrei prendere la pillola? E poi un altra domanda io non ho mai fatto una visita post partum dei 40/60 giorni cosa potrebbe implicare?
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora, mi perdoni ma la sua domanda non è molto chiara. Le rispondo in base a principi generali, sperando di sciogliere il suo dubbio. In allattamento può iniziare una gravidanza, specialmente dopo un anno dal parto. In altre parole allattare non rappresenta un mezzo contraccettivo affidabile. Durante l’allattamento si può assumere la pillola contraccettiva a base di solo progestinico (per esempio, Cerazette) che non influisce sulla produzione del latte e non aumenta il rischio di trombosi. L’alternativa è la contraccezione di barriera, cioè il profilattico, da usare fin dall’inizio della penetrazione per tutta la durata del rapporto sessuale. Grande attenzione va posta al momento di indossarlo, perché se lo si fa in modo maldestro c’è il rischio che si sfili o che si rompa, annullandone la capacità anticoncezionale. Per quanto riguarda la visita post partum, che dirle? E un controllo che si fa per precauzione, per accertare che sia tutto tornato a posto, è meglio farlo insomma, come tutti i controlli. Per contro, non effettuarlo è una trascuratezza verso se stesse. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Colesterolo alto in gravidanza: ci sono rischi per il bambino?

14/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Durante la gravidanza un aumento del valore del colesterolo (entro certi limiti) è fisiologico, tuttavia ogni caso va considerato a sé quindi spetta al ginecologo curante stabilire, in base alla storia clinica della singola donna, se l'incremento può essere o no la spia di qualcosa che non va.   »

Bassa statura di una ragazzina in prossimità del menarca: aumenterà ancora un po’?

09/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La statura è influenzata in modo rilevante dalla genetica, ma gioca un suo ruolo anche l'eventualità che il bambino sia nato pretermine. In ogni caso, anche dopo l'arrivo della prima mestruazione (menarca) le ragazze in genere continuano a crescere di alcuni centimetri.  »

Ginnastica prepuziale nei piccolissimi: perché non si deve fare?

08/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Forzare il prepuzio di un piccolino a scendere verso il basso fino a scoprire il pene può essere pericoloso. la fimosi fisiologica è un meccanismo di difesa voluto dalla natura che fa sempre le cose per bene.   »

Fai la tua domanda agli specialisti