All’ecografia non si è visto l’embrione: si può ancora sperare che ci sia?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 02/02/2021 Aggiornato il 02/02/2021

Di norma al termine della sesta settimana l'embrione dovrebbe già essere visualizzato con l'ecografia, anche se in caso di concepimento tardivo potrebbe non accadere.

Una domanda di: Martina
La settimana scorsa ho fatto la prima ecografia (esterna) ed ero a 6+6. Il ginecologo ha visto solo una camera gestazionale di 7mm e mi ha detto che potrei aver ovulato tardi e mi fa tornare dopo 2 settimane. Ho cicli irregolari. Posso sperare in questa gravidanza?
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Gentile signora,
sperare è un suo diritto e da parte mia non posso che augurarle che tutto vada per il meglio. Se il suo ginecologo le ha detto che battito cardiaco ed embrione non sono ancora visualizzabili perché probabilmente il concepimento è avvenuto più tardi rispetto a una presunta data teorica si può pensare che lo abbia affermato a ragion veduta. Del resto è molto vero che nelle donne con cicli irregolari non è così sicuro che in sesta settimana l’ecografia riesca a individuare l’embrione, anche nel caso in cui la gravidanza sia in evoluzione. Purtroppo adesso non le resta che avere pazienza e attendere il trascorrere di queste due settimane. Mi faccia sapere, se lo desidera. Tanti cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti