Amenorrea: tante le cause se il test è negativo

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 23/10/2017 Aggiornato il 11/01/2023

Occasionalmente è possibile che le mestruazioni tardino ad arrivare, anche se il test esclude che sia iniziata una gravidanza.

Una domanda di: Theresa
Buon pomeriggio ho dei rapporti completi nn protetti com il nio fidanzato.questo mese il ciclo mi doveva arrivare il 16 ottobre,ma nn mi è arrivatao .Dopo due giorni di ritardo ho fatto il test di gravidanza che é uscito negativo.il ciclo nn mi é ancora comparso anche se ho dei doloretti.Quando devo rifare il test di gravidanza.lo posso rifarlo?
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara Signora Theresa, non specifica se di norma il suo ciclo è regolare o no, comunque sia anche in chi ha un ciclo regolare occasionalmente (magari anche una volta sola nella vita) le mestruazioni possono spostarsi in avanti, rispetto alla data di arrivo presunta, anche di alcuni giorni. Le ragioni di una simile eventualità molte volte non sono identificabili. Certo è che i cambiamenti delle abitudini alimentari, lo stress intenso, l’assunzione e di farmaci, rapidi ed importanti variazione del peso sia in eccesso che in difetto, presenza di sindromi influenzali (data anche la stagione) e quant’altro possa comportare modificazioni o imporre uno sforzo di adattamento all’organismo può rendersi responsabile di un’irregolarità mestruale in quanto può interferire sull’attività delle ovaie. Comunque sia, può già ripetere il test di gravidanza (in genere il secondo test si effettua a distanza di due-tre giorni dal primo), ma se fosse ancora negativo escluderei che sia iniziata una gravidanza. Non mi dice quanti anni ha, comunque sia se sta cercando un bambino le consiglio senz’altro un controllo dal ginecologo anche per comprendere, eventualmente, il perché dell’amenorrea (mancato arrivo delle mestruazioni). Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Contrazioni precoci: può accadere anche nella seconda gravidanza?

27/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Bisogna mettere in conto che l'accorciamento della cervice, determinato dalla comparsa, molto prima del tempo, di contrazioni uterine, è un'eventualità che può ripresentarsi a ogni successiva gravidanza.   »

Integrazione di vitamina D: fino a che età è consigliata?

16/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La decisione di continuare a somministrare al bambino la vitamina D anche dopo l'anno di vita va presa con l'aiuto del pediatra curante, che ben conosce i propri piccoli pazienti grazie ai controlli periodici.   »

Fai la tua domanda agli specialisti