Anello contraccettivo: l’antibiotico ne diminuisce l’efficacia?

Dottor Antonio Clavenna A cura di Dottor Antonio Clavenna Pubblicato il 05/02/2024 Aggiornato il 05/02/2024

Non sono state segnalate interazioni tra l'assunzione di antibiotico e l'anello contraccettivo, quindi anche durante l'assunzione del prodotto medicinale si può contare sull'azione anticoncezionale del metodo.

Una domanda di: Maria Luigia
Uso l’anello contraccettivo Nuvaring. Ho iniziato una cura con Augumentin per un ascesso a un dente e vorrei sapere se questo antibiotico interferisce sull’efficacia
contraccettiva dell’anello. Grazie.
Antonio Clavenna
Antonio Clavenna

Gentile Maria Luigia,
per quanto riguarda l’anello l’ipotetica diminuzione dell’assorbimento degli ormoni dovuta all’alterazione della flora batterica di cui si teme con la pillola non si pone, in quanto gli ormoni non sono assorbiti dal tratto gastrointestinale. Di conseguenza, non sono ipotizzabili né soprattutto sono sono segnalate interazioni tra amoxicillina-acido clavulanico (Augmentin) e gli ormoni estroprogestinici sommonistrati tramite anello vaginale. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti