Anello vaginale: quando va messo la prima volta?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 26/11/2019 Aggiornato il 26/11/2019

L'anello contraccettivo va applicato la prima volta entro il quinto giorno successivo all'inizio dela mestruazione.

Una domanda di: Vanessa
Salve, ho preso la decisione tramite visita medica ginecologica di usare l’anello vaginale nuvaring.
La ginecologa mi ha indicato l’uso dal giorno 14, sapendo che il mio ciclo era iniziato il 7, con la precauzione di usare il preservativo la prima
settimana di uso. Leggo su internet che va inserito non oltre il quinto giorno di mestruazioni, e non capisco perché la dottoressa mi abbia dato un’indicazione diversa.
Avendo già inserito l’anello, pur non come indicato, ma come ha detto la ginecologa, devo avere rapporti con metodo contraccettivo aggiuntivo per
l’intero mese e sostituirlo poi riprendendo dal primo giorno di ciclo o basta un’ulteriore protezione solo per la prima settimana di uso pur non
avendolo inserito tra il 1 e il 5 giorno di ciclo ?
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, non mi ha precisato se lei prima di Nuvaring era già in terapia con la pillola o altro tipo di contraccettivo ormonale. Ad ogni modo, dal momento che non è stata rispettata l’indicazione di iniziare Nuvaring entro il quinto giorno dall’inizio della mestruazione direi che sarebbe prudente utilizzare un metodo di barriera per tutta la durata di questo primo anello (ossia 3 settimane).
Dopo di che, lei farà la settimana di sospensione e ci aspettiamo che le arrivino le mestruazioni come da copione (ossia scarse, poco dolorose e contenute anche in termini di durata).
All’ottavo giorno va reintrodotto un nuovo anello e a quel punto i rapporti si potranno avere senza ulteriori precauzioni (sempre tenendo a mente che non è protetta dalle malattie sessualmente trasmesse ma solo dalla gravidanza, che grazie al cielo non è una malattia).
Spero di essermi spiegata e di averla aiutata, a disposizione se avesse ulteriori dubbi, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti