Antibiotici assunti mentre si cerca una gravidanza: ci sono rischi?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 30/01/2024 Aggiornato il 30/01/2024

Nei primi giorni successivi al concepimento (ammettendo che ci sia stato) vale la legge del tutto o del nulla: o la gravidanza si interrompe o non accade niente di preoccupante.

Una domanda di: Elena
Salve, sto cercando un bimbo e ieri ho avuto un rapporto non protetto. Sono però in cura con Augmentin (questa sera ho l’ultima pastiglia) e fino a
5 giorni fa ho preso Coldetom per via auricolare per un’otite. Possono esserci rischi per l’eventuale feto?
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora,
nel foglietto di accompagnamento del Coldetom (gocce per l’orecchio contenenti Tobramicina e Desametasone), c’è un paragrafetto intitolato
“Fertilità, gravidanza e allattamento”, dove c’è scritto: “Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di usare questo medicinale”. Questo perché, come di certo lei ben saprà, in gravidanza i farmaci andrebbero assunti solo dietro
prescrizione medica. Per quanto riguarda il concepimento, può essere suggerito di rimandarlo a dopo il termine di una cura farmacologica non tanto (o non solo) per i potenziali rischi legati al farmaco quanto piuttosto perché se si stanno impiegando, come per esempio appunto nel caso degli antibiotici, significa che si è alle prese con un’infezione e può essere sempre meglio avviare una gravidanza quando non si è ammalate. Per quanto riguarda invece l’Augmentin, gli studi disponibili sull’uso di amoxicillina+acido clavulanico, che sono i principi attivi che contiene, non hanno documentato un aumento dei rischi per lo sviluppo fetale. In generale, nei primi giorni successivi al concepimento vale la legge del tutto o del nulla: vuol dire che una sostanza (o un comportamento) potenzialmente nociva per il feto o provoca l’interruzione della gravidanza o non causa alcun danno. Le ricordo, visto che sta cercando una gravidanza, di assumere l’acido folico per tutto il periodo preconcezionale e almeno fino al termine del primo trimestre: la dose è di 400 microgrammi al giorno, meglio se l’assunzione avviene lontano da tè e latticini. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti