Antibiotici: è possibile concepire mentre si assumono?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 19/01/2023 Aggiornato il 19/01/2023

Se si stanno assumendo antibiotici significa che si è alle prese con un'infezione batterica, di conseguenza può essere più opportuno rimandare la ricerca della gravidanza a dopo la guarigione.

Una domanda di: Francesca
Io e mio marito vorremmo avere un secondo figlio. Purtroppo in questo momento io sto assumendo un antibiotico con Fenossimetilpenicillina 3 al giorno fino a venerdì e mio marito per altri 9 giorni antibiotico Doxiciclina. La mia domanda è: possiamo concepire in questo periodo? Ci possono essere problemi? O conviene aspettare? Cordiali saluti.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora, sinceramente, più che l’assunzione dell’antibiotico, dovrebbe suggerirle di rimandare il concepimento a più avanti il fatto che sia lei sia suo marito siete alle prese con un’infezione batterica. Se l’antibiotico vi è stato prescritto significa che in questo momento non siete in salute ed è sempre prudente cercare una gravidanza quando si è in perfetta forma fisica e anche si segue uno stile di vita corretto (niente fumo, né alcol, svolgimento regolare di un’attività fisica, alimentazione sana e ben bilanciata). Le raccomando invece di cominciare ad assumere fin da ora l’acido folico: una compressa dal 400 microgrammi al giorno per tutto il periodo preconcezionale e almeno fino al termine del primo trimestre. Serve per la prevenzione della spina bifida nel bambino. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sette mesi con piccolissime cisti dei plessi corioidei

02/02/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

In generale la sola presenza di cisti dei plessi corioidei, anche se richiede controlli non desta preoccupazione. Diverso è il caso in cui, in prossimità dei plessi corioidei, si sviluppano le cosiddette cisti aracnoidee.  »

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Fai la tua domanda agli specialisti