Anticorpi ANA positivi: è possibile avere un bimbo?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 06/08/2021 Aggiornato il 06/08/2021

La presenza di anticorpi antinucleo, specialmente se non associata ad altri valori anomali, non è detto che pregiudichi la gravidanza.

Una domanda di: Marina
Salve, ho anticorpi ANA (anti-nucleo) positivi: ultimo dosaggio a fine maggio ed erano a

320. Prima di iniziare la terapia con Plaquenil cardioaspirina a giorni

alterni e Medrol 4 mg gli ANA era a 160 quindi più bassi. Il mio

reumatologo dunque mi ha detto di continuare a prendere solo il Plaquenil e

la cardioaspirina. Adesso siccome desidero una gravidanza e ho letto che in

molti danno la colpa per gli aborti che hanno avuto agli ANA ho un po’

paura avendone anche già avuto uno. Il problema è che non posso più assumere

cortisone perché mi ha rovinato la cartilagine. Consigli?

*C3 e C4 (proteine del complemento) nella norma ed ENA (antigeni nucleari estraibili) negativi nelle ultime analisi.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, innanzi tutto niente panico!
Lei mi ha riferito di essere positiva agli anticorpi antinucleo e negativa nei restanti accertamenti ma a me manca almeno un’informazione fondamentale: qual è la sua patologia di fondo?
In ogni caso, la positività per ANA ossia anticorpi anti-nucleo è molto più diffusa di quanto non sembri e nel momento in cui viene riscontrata ma è
isolata (ossia non sono presenti altri anticorpi autoimmuni che ci potrebbero far sospettare un Lupus o una sindrome anti-fosfolipidi) non è
detto che pregiudichi il buon esito della gravidanza stessa.
Può eventualmente essere preso in considerazione il trattamento profilattico (ossia a scopo precauzionale) con la cardioaspirina che è un farmaco in
grado di fluidificare il sangue e prevenire il formarsi di trombi che potrebbero in qualche modo ostacolare il buon funzionamento della placenta.
Solitamente si assume una compressa di cardioaspirina da 100 milligrammi al
giorno per (quasi) tutta la durata della gravidanza: si è soliti sospenderla alla 37° settimana di gravidanza.
Inoltre, si ricordi di assumere anche acido folico 1 compressa al giorno da 400 microgrammi per tutto il tempo
della ricerca e fino al primo trimestre di gravidanza.
Resto a sua disposizione se desidera mostrarmi gli altri accertamenti già
effettuati, spero di averla aiutata, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

A riposo assoluto da un mese per via di uno “scollamento”

08/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

Il riposo assoluto in gravidanza è inutile e potrebbe essere dannoso, anche in caso di scollamento amnio-coriale. Molto meglio condurre una vita normale, evitando ovviamente gli strapazzi.   »

Terzo cesaeo dopo due cesarei complicati: è possibile?

01/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Senza dubbio, un terzo cesareo dopo due cesarei che hanno determinato complicazioni espone a dei rischi, che è bene ponderare prima di decidere per una terza gravidanza.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti