Ascesso nelle tube: quanto dura l’intervento?

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 22/07/2020 Aggiornato il 22/07/2020

La durata di un'operazione chirurgica varia da caso a caso, quindi è difficile poterla indicare a priori.

Una domanda di: Arianna
Buongiorno. A me è stata diagnosticata la salpingite alla tuba sinistra (ascesso di 6 cm). Sono stata ricoverata perché avevo in corso l’infezione, curata con antibiotici che non sono stati sufficienti per far assorbire l’ascesso. A breve farò l’intervento, quanto durerà? Inoltre all’ospedale di Bergamo, papa Giovanni 23mo, mi hanno detto che c’è la possibilità che debbano staccare l’intestino dall’aderenza, visto che ho male sia nel scaricarmi sia durante la visita con le mani.
Mi può delucidare?
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Buongiorno signora,
la laparoscopia con salpingectomia in genere ha una durata di 60-90 minuti. Se ci sono aderenze, l’intervento può protrarsi più a lungo, ma per poterlo dire occorre vedere, quindi lo si capirà durante l’intervento. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Risvegli notturni dopo mesi di sonno tranquillo

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Può capitare che a nove mesi inizino i risvegli notturni: possono esserne corresponsabili l'ansia da separazione e la dentizione.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti