Assorbenti interni: li può usare una ragazzina di 11 anni?

Dottoressa Sara De Carolis A cura di Dottoressa Sara De Carolis Pubblicato il 16/08/2022 Aggiornato il 22/08/2022

Non ci sono controindicazioni mediche all'uso degli assorbenti interni fin dalla prima adolescenza. Va tenuto presente, però, che per applicarli correttamente la ragazzina deve imparare a conoscere bene la propria anatomia.

Una domanda di: Monica
Mia figlia, 11 anni, ha avuto il primo ciclo 2 mesi fa. Tutto bene, non ha particolari dolori e anche la gestione non è stata difficoltosa. Ora però a settembre dovrebbe iniziare a fare nuoto agonistico con 5/6 allenamenti a settimana, come si può gestire la protezione in acqua? L’uso dell’assorbente interno mi sembra troppo precoce! Grazie mille.
Sara De Carolis
Sara De Carolis

Cara mamma, le ragazzine possono tranquillamente usare gli assorbenti interni durante il flusso mestruale: controindicazioni all’impiego nelle giovanissime non ce ne sono, a partire dall’imene, la cui integrità non viene compromessa. In altre parole, anche le ragazze vergini possono impiegarli senza rischi. Di fondamentale importanza è però che la ragazzina che inizia a usarli legga attentamente le istruzioni all’impiego contenute nella confezione e, più in generale, rispetti sempre le regole igienice irrinunciabili che rendono l’utilizzo davvero corretto: lavarsi sempre le mai prima e dopo l’applicazione, sostituirli con ragionevole frequenza, avere cura dell’igiene intima (per il lavaggio eseguire il movimento da davanti a dietro e mai viceversa e scegliere detergenti non aggressivi, meglio se destinati all’igiene intima). In più, è opportuno scegliere il tipo di assorbente che meglio si adatta alla quantità di sangue espulso a ogni mestruazione: meglio non usare gli assorbenti con un livello di assorbimento maggiore di quanto è necessario. Va detto che applicare l’assorbente interno richiede una buona manualità e un’ottima confidenza col proprio corpo: queste due condizioni variano da ragazzina a ragazzina, ma comunque migliorano con la pratica e non è certo un male che tutte le adolescenti le possiedano. Alternative agli assorbenti interni non ce ne sono per fare il bagno in piscina con le mestruazioni: se sua figlia non è pronta a usarli dovrà saltare l’allenamento nei giorni del flusso, ma io credo che a poco a poco imparerà ad applicarli, magari sotto la sua guida. Le istruzioni che gli accompagnano sono comunque molto chiare. Non mi resta che aggiungere i miei più affettuosi auguri per la futura campionessa!

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che rifiuta la mamma

03/10/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non basta aver messo al mondo un bambino per diventare la figura di riferimento che predilige. Se sono altre persone a prendersene cura, non stupisce che le preferisca alla mamma.   »

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Fai la tua domanda agli specialisti