Assunzione di farmaci prima di sapere di essere incinta

Dottor Antonio Clavenna A cura di Dottor Antonio Clavenna Pubblicato il 06/07/2020 Aggiornato il 06/07/2020

Non tutte le medicine assunte nelle fasi iniziali della gravidanza incrementano il rischio di malformazioni nel feto.

Una domanda di: Aurora
Ho appena scoperto di essere incinta. Non avendo in programma una gravidanza, ho assunto 1 pastiglia di Vermox 500 in quanto mio figlio aveva preso gli ossiuri. Leggendo il foglio illustrativo ho visto che è un teratogeno. L’ultimo ciclo è stato il 18 maggio e io l’ho preso verso l’8 /9 giugno (di preciso non ricordo). Inoltre con mio marito avevamo fatto una cura con Zydoval di 5 giorni (gel vaginale) dal 3 al 7 giugno. Ho letto molte cose al riguardo, e sinceramente sono molto preoccupata. Spero in una vostra risposta, grazie.

Antonio Clavenna
Antonio Clavenna

Gentile Aurora,
nonostante il mebendazolo (Vermox) sia risultato teratogeno in studi condotti in animali da laboratorio, gli studi riguardanti l’uso nell’uomo non hanno documentato un aumento del rischio di malformazioni associato all’uso in gravidanza. Si tratta, inoltre, di un farmaco scarsamente assorbito dal tratto gastrointestinale.
Le stesse considerazioni valgono anche per il metronidazolo, principio attivo dello Zidoval gel: gli studi disponibili sull’uso in gravidanza non hanno osservato un aumento del rischio di malformazioni e il suo assorbimento dopo applicazione vaginale è trascurabile. Penso dunque possa stare tranquilla. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Risvegli notturni dopo mesi di sonno tranquillo

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Può capitare che a nove mesi inizino i risvegli notturni: possono esserne corresponsabili l'ansia da separazione e la dentizione.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti