Assunzione di GH a inizio gravidanza: ci sono rischi per il feto?

Dottor Antonio Clavenna A cura di Dottor Antonio Clavenna Pubblicato il 08/06/2020 Aggiornato il 08/06/2020

La somatotropina, nota anche come "ormone della crescita" oppure con l'acronimo GH, dall'inglese growth hormone, è stata studiata troppo poco sulle donne in gravidanza per poterne stabilire la sicurezza d'impiego.

Una domanda di: Mariam
Scrivo perché sono disperata. Ho 28 anni e ho scoperto da poco di essere incinta di sei settimane (gravidanza non programmata): sono una sportiva campionessa di fit-model. Mi stavo preparando per una gara e purtroppo ammetto di aver fatto uso di medicinale (gh) e non sapevo di essere incinta. Ora mi chiedo ho danneggiato l’embrione? Ci sono alte possibilità che il feto sia malformato?
Antonio Clavenna
Antonio Clavenna

Gentile Mariam,
i dati disponibili sull’uso di ormone della crescita nel primo trimestre di gravidanza (da parte di donne che non presentano deficit di questo ormone) sono limitati e non consentono una valutazione della sua sicurezza di impiego.
E’ improbabile che il rischio di malformazioni sia elevato (si osserverebbe anche con un pochi casi disponibili), ma non può essere escluso.
Per una valutazione più approfondita sarebbe utile conoscere dose e periodo di esposizione al farmaco.
Le consiglio di valutare con il/la ginecologo/a gli esami da effettuare per monitorare lo sviluppo embrionale (per esempio ecografia morfologica).
Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

La mia gravidanza si è interrotta: riuscirò ad avere un bambino?

30/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per quanto strano possa sembrare, un aborto spontaneo, anche se rappresneta un evento dolorosa, comprova che la coppia riesce a concepire, quindi è fertile.   »

Sangue rosso vivo a un mese dal parto

30/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Le lochiazioni non preoccupano se sono costituite da sangue, ma solo se diventano maleodoranti o troppo abbondanti.  »

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

Fai la tua domanda agli specialisti