Attacco di vomito subito dopo aver assunto la pillola

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 12/11/2021 Aggiornato il 12/11/2021

Non si può essere completamente certi che il contraccettivo orale mantenga la sua efficacia in caso di mancato assorbimento di una compressa.

Una domanda di: Ilaria
Assumo pillola Mercilon e domenica ho avuto un rapporto completo, ieri dopo aver assunto la pillola alle 21 qualche minuto dopo ho vomitato e ho continuato per tutta la notte. Non ho preso subito dopo una seconda pillola (ho letto dopo che in teoria bisognerebbe perché la pillola continui a fare il suo effetto). Cosa devo fare? Mi devo preoccupare? Grazie mille.
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, l’episodio da lei riferito non dovrebbe costituire un grosso rischio di fallimento contraccettivo in quanto se ho ben compreso lei assume regolarmente la pillola. Per sua tutela comunque potrebbe essere utile al termine di questo blister non fare pausa e continuare con un blister nuovo magari associando un altro metodo contraccettivo (condom). In ogni caso suggerisco di effettuare un test di gravidanza dopo 20 giorni dall’episodio e un controllo ginecologico dal suo specialista di fiducia con ecografia. Sperando di essere stato utile, la saluto con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti