Bebè che vuol dormire addosso ai genitori

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 07/03/2018 Aggiornato il 07/03/2018

Il bisogno di un piccolissimo di sentire la vicinanza della mamma (o del papà) anche durante il sonno è del tutto lecito e, nei limiti del possibile, va soddisfatto.

Una domanda di: Francesca
Salve, ho un bimbo di 7 settimane e da quando è nato, cioè dall’ospedale, che vuole dormire nel petto a me o a mio marito. Se lo mettiamo nella carrozzina, culla, ovetto tempo pochi minuti si risveglia strillando. Abbiamo provato di tutto dal mettere indumenti miei nella culla, borsa dell’acqua calda per non fargli sentire il distacco dal calore del nostro corpo. Lui cresce bene in 7 settimane è aumentato di 1,9 chili. Vorrei capire perché fa così e cosa potrei fare per risolvere il problema?
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma, quello che descrive non è segno di un problema, come lei ritiene, ma una situazione normalissima. Il suo piccino ha bisogno di sentire la vostra presenza e il vostro calore e li reclama. I cuccioli, subito dopo la nascita stanno praticamente sempre accanto alla mamma: solo tra gli umani può accadere che non avvenga. Ecco allora che io ritengo sia giusto dare al bambino quello che chiede per un suo “diritto naturale”, nella certezza che con il passare delle settimane gradualmente la situazione diventerà meno impegnativa per lei, per voi. Le consiglio, inoltre, di non interpretare il comportamento di suo figlio come il segnale di qualcosa che non va per il verso giusto, ma di giudicarlo invece come logica conseguenza del suo istintivo desiderio di mamma (e di papà). Posto tutto questo, so perfettamente quanto può essere faticoso questo periodo, quindi comprendo quello che prova. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti