Beta alte ma l’embrione non si vede

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 02/03/2021 Aggiornato il 02/03/2021

Solo il passare del tempo può permettere di stabilire se e come una gravidanza sta evolvendo.

Una domanda di: Mili
Buon pomeriggiodottoresssa, io lunedì 22 febbraio ho fatto la mia prima ecografia e il ginecologo mi ha detto che l’embrione non c’era o che comunque non stava crescendo come avrebbe dovuto, mi ha subito parlato di raschiamento che avrebbe fatto al più presto entro venerdì. Io ho deciso di ascoltare un altro parere , questa ginecologa mi ha detto che in effetti l’embrione non c’è o è talmente piccolo da non vedersi ma non esclude la possibilità che sia stato concepito molto dopo e quindi suggerisce di aspettare ancora una settimana, rifare le beta mercoledì e poi eco e poi si procederà per gradi. Io ho avuto l’ultimo ciclo il 24 dicembre, purtroppo non so quando ho ovulato avevo provato con gli stick usandoli dal 5 gennaio fino al 11 gennaio ma non mi hanno mai dato risultato di fertilità. Le beta stavano crescendo, il 2 febbraio avevo le beta a 7800, il 22 febbraio a 21200 . Secondo lei è mai successo che l’embrione si faccia vedere dopo? Sono così preoccupata e amareggiata, è la mia seconda gravidanza ma tanto desiderata.
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, ascolterei il consiglio della seconda ginecologa. Con le beta a 21200 la gravidanza e l’embrione si dovrebbero vedere in utero. L’importante è che l’embrione non si stia sviluppando fuori dall’utero e purtroppo solo l’ecografia può dirlo. Quindi attenda la prossima ecografia con il risultato delle beta. Se nel frattempo avesse dolore o perdite di sangue però, vada a farsi vedere in pronto soccorso. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti