Beta basse in quinta settimana: è un aborto?

Dottor Bruno Mozzanega A cura di Dottor Bruno Mozzanega Pubblicato il 09/05/2023 Aggiornato il 09/05/2023

È verso la fine della sesta settimana che si può realmente sapere come sta evolvendo la gravidanza grazie all'ecografia.

Una domanda di: Dorina
Salve dottore, il 1° maggio scopro di essere incinta e secondo l’ultimo ciclo dovevo essere alla 4^ settimana. In ps (dove ho scoperto anche di essere incinta) nel controllo fatto si vedeva solo l’endometrio spesso. Per i dolori che sentivo mi hanno prescritto un esame di urine che è uscito positivo riguardo ai batteri quindi infezione urinaria. Poi il 3 maggio ho avuto delle perdite ematiche se vanno avanti fino ad oggi 8 maggio. Però le perdite a volte diventano preoccupanti e mi vengono solo mentre faccio la pipì o nella fine della pipì. Sono andata di nuovo al ps domenica 7 maggio e mi hanno detto che ancora non si vede nulla a parte l’endometrio e mi hanno detto di ripetere il dosaggio delle beta-hCG perché ho dimenticato scriverla prima, ma venerdì 5 maggio il valore delle beta era a 46.0 e la dottoressa della ps mi ha detto di rifarle, perché sospettava un aborto. Fatto di nuovo il dosaggio oggi: dall’ultima volta sono salite a 58.2. Secondo voi dovrei preoccuparmi perche non si sono raddoppiate? Dovrei essere a cinque settimane ma il valore delle beta non corrisponde a questa epoca.
Bruno Mozzanega
Bruno Mozzanega

Gentile signora, se l’epoca di gravidanza è corretta, fra una settimana saremmo a sei e mezzo e l’ecografia dovrebbe dire come davvero stiano le cose.
Non farei più dosaggi fino ad allora. Non si può escludere un aborto spontaneo ma, se non si vedesse una camera ovulare in utero e nel caso poi persistessero livelli bassi di hCG, andrebbe anche esclusa una gravidanza extra uterina (ecografia). Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Cisti del dotto tireoglosso in una bimba di due anni: si deve operare?

30/05/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

Le cisti del dotto tireoglosso vanno sempre rimosse chirurgicamente, quando farlo dipende dal numero di infiammazioni a cui vanno incontro. La decisione spetta comunque al chirurgo pediatra.   »

Broncospasmo: c’è un modo per prevenirlo?

29/05/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

ll respiro con sibilo espiratorio spesso è legato a un'infezione virale respiratoria ed è molto comune nei bambini piccoli. Tende a sparire in età scolare ma se persiste rende oppurtuno effettuare un test cutaneo per le allergie.   »

Mancato concepimento: può essere colpa di un’incompatibilità di coppia?

29/05/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

L'ipotesi che la gravidanza non si avvi a causa di un'incompatibilità di coppia è attraente per chi si occupa di infertilità, ma non ha alcun fondamento scientifico. Almeno per quanto si è scoperto fino a ora.   »

Dubbio sul valore dell’alfafetoproteina in gravidanza

22/05/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Il dosaggio dell'alfafetoproteina con il miglioramento delle tecnica ecografica ha perso significato come indagine per individuare alcune malformazioni del feto, come la spina bifida.   »

Fai la tua domanda agli specialisti