Beta-hCG a inizio gravidanza: perché sono così basse?

Dottor Bruno Mozzanega A cura di Dottor Bruno Mozzanega Pubblicato il 20/12/2021 Aggiornato il 03/05/2023

Nelle prime settimane di gravidanza il valore delle beta-hCG non ha molto significato dal punto di vista clinico, visto che può essere estremamente variabile. E' l'ecografia, da effettuare non prima della sesta settimana, a dare informazioni esaurienti.

Una domanda di: Maria Rosaria
La mia ultima mestruazione è arrivata il giorno 11 novembre 2021, sabato 11 dicembre ho fatto il test ed è risultato positivo, lunedì 13 ho fatto la beta è il valore è di 95, venerdì 17 ne ho fatta un’altra è il valore è di 127, mi potreste dire come mai sono così basse? Volevo sapere se c’è qualche problema. Grazie mille.
Bruno Mozzanega
Bruno Mozzanega

Gentile signora livelli delle beta-hCG, soprattutto a inizio gravidanza, non sono dirimenti dal punto di vista clinico. Basterebbe aver ovulato e concepito qualche giorno dopo per spiegare livelli inizialmente più bassi. Per questa ragione è sconsigliato (come più e più volte abbiamo scritto) continuare a effettuare i dosaggi delle beta nel sangue, salvo diversa e precisa indicazione del ginecologo. Non ha senso cioè continuare a sottoporsi al prelievo di sangue per valutare l’andamento delle beta-hCG di propria iniziativa: una volta appurato, grazie alla loro individuazione, l’inizio della gravidanza basta così (a meno che non sia appunto il ginecologo a prescrivere di ripeterle, ma non mi sembra sia questo il caso). Se lei è certa del giorno dell’ovulazione (attraverso il riconoscimento sicuro dei giorni fertili), il prossimo 22 dicembre saremo alla sesta settimana: da questo momento in poi una ecografia le darà informazioni più affidabili: se il bambino si è annidato in utero e se già si riscontra il suo battito cardiaco. Questi due dati sono quelli che più contano e che mettono in secondo piano quello che esprimono i valori della beta-hCG. Fissi dunque un appuntamento dal suo ginecologo per effettuare il suo primo controllo ecografico. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tintura dei capelli: fa male in gravidanza?

20/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non esistono più in commercio prodotti per tingere i capelli dannosi in gravidanza, quindi si possono usare tranquillamente. E quetso vale anche in allattamento.   »

Gemelli: è possibile averli solo se c’è familiarità?

20/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

La gravidanza gemellare non è affatto legata alla familiarità, ma è un evento occasionale che può riguardare qualsiasi donna,   »

Colesterolo alto in gravidanza: ci sono rischi per il bambino?

14/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Durante la gravidanza un aumento del valore del colesterolo (entro certi limiti) è fisiologico, tuttavia ogni caso va considerato a sé quindi spetta al ginecologo curante stabilire, in base alla storia clinica della singola donna, se l'incremento può essere o no la spia di qualcosa che non va.   »

Bassa statura di una ragazzina in prossimità del menarca: aumenterà ancora un po’?

09/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La statura è influenzata in modo rilevante dalla genetica, ma gioca un suo ruolo anche l'eventualità che il bambino sia nato pretermine. In ogni caso, anche dopo l'arrivo della prima mestruazione (menarca) le ragazze in genere continuano a crescere di alcuni centimetri.  »

Fai la tua domanda agli specialisti