Beta-hCG che aumentano poco: c’è da preoccuparsi?

Dottor Bruno Mozzanega A cura di Dottor Bruno Mozzanega Pubblicato il 21/04/2021 Aggiornato il 21/04/2021

Nelle primissime settimane di gravidanza non ha molto senso continuare a effettuare il dosaggio della gonadotropina corionica umana, meglio attendere la prima ecografia, da effettuare quando diventa possibile visualizzare il battito cardiaco dell'embrione.

Una domanda di: Maila
Ho scoperto di essere incinta molto presto a 2 settimane avevo 188.8 valore
delle beta dopo 3 giorni le ho ripetute e avevo 252.4 dopo altri 3 le ho
ripetute e ho 292 sono cresciute poco questa volta solo di 20 che vuol dire,
c’è da preoccuparsi? La mia ultima mestruazione è stata il 24 marzo 2021. Grazie
mille.

Bruno Mozzanega
Bruno Mozzanega

Gentile signora,
non c’è alcun bisogno di effettuare tutti questi dosaggi, non serve a nulla, a meno che non le sia stato espressamente prescritto dal curante e, quindi, ve ne sia una giustificazione medica. In realtà è presto per sapere qualunque cosa, quindi non ha davvero senso cercare risposte e certezze che attualmente non è possibile trovare. A dirimere i dubbi sarà un’ecografia verso il 5 maggio, quando si potrà vedere il battito cardiaco. L’unica cosa da fare ora è dunque fissare un appuntamento per la prima visita e la prima ecografia. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti