Beta-hCG che non raddoppiano

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 29/01/2024 Aggiornato il 29/01/2024

Non è detto che se il valore delle beta non raddoppia la gravidanza sia destinata a interrompersi.

Una domanda di: Alessandra
Il 13/01 ho eseguito un test di gravidanza classico che ha dato esito positivo, attendevo il ciclo il 16/01, giorno 15/01 ho eseguito le beta che risultano essere 148 mlu, ripetute il 22/01 erano 221 mlu ed infine effettuate nuovamente ieri 26/01 ed erano a 463 mlu. Ultimo ciclo 20/12 – rapporto 01/01 -ovulazione 02/01 – perdite da impianto 08/01. Il ginecologo mi ha detto di attendere altre due settimane per la visita perché non si vedrebbe nulla attualmente. Io non ho tanti sintomi, solo seno dolente e gonfio e bisogno di urinare spesso e anche la notte ogni ora. Questa è la mia seconda gravidanza a distanza di 5 anni, per la prima non ho mai eseguito le beta! Adesso ho mille dubbi perché tutti mi dicono che i valori sono troppo bassi e non raddoppiano. Qualche giorno dopo il test ho sofferto con le placche alla gola e ho dovuto fare una cura antibiotica, possibile che incida sul risultato delle beta? Grazie.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora, ha detto bene: i continui dosaggi delle beta-hCG nel sangue eseguiti di propria iniziativa, cioè

autoprescrivendoseli, sono diventati negli ultimi anni una sorta di moda. In realtà solo in alcuni casi ha senso effettuarli e questi casi spetta al ginecologo indicarli. Questo perché i valori possono dirci poco sulla reale evoluzione della gravidanza, mentre spessissimo il risultato che si ottiene è un grande generatore di ansia, come anche la sua lettera mi sta confermando. Oltretutto, quando è la donna stessa ad autoprescriverseli, l’interpretazione dei risultati viene poi affidata a persone non qualificate. Non mi è infatti chiaro chi siano “i tutti” che le hanno detto che i valori delle sue beta non vanno bene. Se invece fosse stato il suo ginecologo, di sicuro avrà anche specificato che per sapere se la gravidanza è in evoluzione si deve aspettare la prima ecografia. In generale, per scoprire la gravidanza basta fare il test sulle urine (come sempre si è fatto), dopodiché si può fissare tranquillamente la prima ecografia intorno alla sesta-settima settimana di gravidanza, quando se tutto va bene è possibile individuare l’embrione e il battito del cuoricino. Può escludere che la cura con antibiotico influisca sul valore delle beta. Mi permetto di aggiungere che è bene non iniziare una gravidanza con tutto questo carico di paura perché le settimane di gestazione sono tante e affrontarle così fin dall’inizio può significare arrivare al parto stremate. Attenda dunque tranquillamente l’ecografia che giustamente il suo ginecologo le ha fissato tra un paio di settimane, cercando di scacciare i brutti pensieri che bene non fanno. Le ricordo di continuare ad assumere l’acido folico nella dose di una compressa da 400 microgrammi al giorno, almeno fino al termine del primo trimestre. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti