Beta-hCG che scendono: possono tornare nella norma?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 08/02/2021 Aggiornato il 08/02/2021

A inizio gravidanza, la diminuzione dei valori della gonadotropina corionica umana segnala che la gravidanza si è interrotta.

Una domanda di: Valentina
Sono rimasta incinta e ho avuto delle perdite di sangue qualche giorno dopo
averlo scoperto che durano a tutt’oggi.
Le beta da 98 sono salite a 298 per poi scendere a 134. La ginecologa mi ha detto che la gravidanza si è
interrotta e di aspettare il prossimo ciclo.
Mi consigliate di rifare le beta per verificare che siano tornate nella
norma?
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
l’andamento delle beta-hCG indicano che la gravidanza si è interrotta. Tuttavia, può comunque essere consigliabile ripetere il dosaggio a 10 giorni di distanza dall’ultimo, per avere un quadro più chiaro della situazione. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

La “piaghetta” del collo dell’utero ostacola il concepimento?

05/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

L'ectropion della cervice non ostacola la possibilità di dare inizio a una gravidanza.   »

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti