Beta-hCG: questo valore è buon segno?

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 22/01/2021 Aggiornato il 22/01/2021

Per avere la sicurezza che la gravidanza sta procedendo per il meglio si deve attendere il controllo ecografico.

Una domanda di: Florina
Salve dottoressa, vorrei chiederla gentilmente se con un valore beta-hCG 9026 alla fine della quinta settimana posso sperare a una gravidanza normale. Grazie infinite.
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora,
un singolo valore dice molto poco, per avere una prima informazione sull’evoluzione della gravidanza occorre accertare che aumenti, quindi è necessario confrontarne due successivi. Posto questo, potrà sperare in una gravidanza normale (non ho ben compreso perché nutre dubbi) quando con l’ecografia si vedrà la camera gestazionale, con un feto e il suo relativo battito cardiaco. Si tratta quindi di avere la pazienza di aspettare il controllo ecografico. Le porgo i miei migliori auguri. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti