Beta hcg: un unico valore non basta

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 20/10/2017 Aggiornato il 20/10/2017

I livelli della gonadotropina corionica umana sono significativi se si mettono a confronto due misurazioni effettuate una dopo l'altra nell'arco di 48 ore, grazie a due diversi prelievi.

Una domanda di: Sara
Sono incinta ma ho le perdite scure da martedì le beta sono basse. Non so cosa fare e mi dicono di aspettare: cosa può indicare?

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, le beta” basse ” è un termine un po’ vago ma in presenza di perdite ematiche con beta positive (cioè che sono state rilevate) si può dire che siamo di fronte ad una minaccia d’aborto. Se la gravidanza era già stata visualizzata con l’ecografia condotta all’interno dell’utero, direi che il riposo a casa, l’astensione dai rapporti sessuali, l’assenza di sforzi fisici sono raccomandabili. Se la gravidanza ancora non era stata visualizzata all’interno dell’utero, è utile fare un dosaggio delle beta-hcg “seriato”, ovvero almeno 2 prelievi a distanza di 48 ore, per verificare il loro andamento, cioè se salgono, scendono o rimangono stabili. Questo perché con beta pari almeno a 1000 unità, dovremmo visualizzare una gravidanza (camera gestazionale) all’interno dell’utero, altrimenti siamo autorizzati a sospettare che la gravidanza sia in sede ectopica, cioè al di fuori dell’utero (purtroppo può succedere anche questo!). Se le perdite fossero abbondanti come un ciclo o più, è utile tornare in Pronto Soccorso per evitare il rischio di anemia, in agguato in caso di perdite di sangue importanti. Altrimenti, meglio evitare visite ginecologiche a ripetizione, mentre è opportuno programmare un controllo ecografico a distanza con chi la sta seguendo in gravidanza. Infine, cerchi di essere positiva e fiduciosa sul fatto che andrà tutto per il meglio … A disposizione se desidera, mi faccia sapere.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti