Beta positive nelle urine e negative nel sangue: come mai?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 15/01/2021 Aggiornato il 15/01/2021

Se la gravidanza è iniziata e l'ormone beta-hCG viene rilevato nelle urine a maggior ragione è individuabile nel sangue. Se questo non accade significa che c'è stato un errore nell'esecuzione del test fai-da-te.

Una domanda di: Giorgia
Salve dottore,
le spiego la mia situazione. Ho avuto l’ultima mestruazione il 29
ottobre. Eseguo a novembre 2 test di gravidanza con esito positivo, però il
risultato del dosaggio delle beta-hCG risulta negativo. Eseguo un’ecografia dove non si è
riscontrato nessuna camera gestazionale. A oggi sono 3 mesi di
ritardo. Preciso che il mio ciclo è di 30-35 giorni.
Dottore cosa mi consiglia di fare?

Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, il fatto di aver avuto un test di gravidanza positivo con le beta dosate nel sangue negative è segno inequivocabile di un errore nella esecuzione – o magari nella lettura – del test fatto sulle urine. Se l’ormone beta-hCG viene rilevato nelle urine a maggior ragione viene individuato nel sangue, se ovviamente la gravidanza è iniziata.
L’ecografia che ha confermato l’assenza della gravidanza ha sconfessato inequivocabilmente il risultato del test condotto sulle urine. La gravidanza non è dunque iniziata.
Il suggerimento è quello di indagare le cause della sua amenorrea (mancanza di mestruazioni) effettuando esami di valutazione ormonale relativi alla funzione ovarica e tiroidea e anche alla presenza o meno di una iperprattinemia. Si tratta dunque di sottoporsi a un esame del sangue per i dosaggi ormonali che spetta al medico prescrivere.
Contatti il suo specialista di fiducia per questi approfondimenti in modo da valutare il giusto percorso diagnostico-terapeutico Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti