Bimba cambiata dopo il contagio da parte del Coronavirus

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 11/05/2021 Aggiornato il 11/05/2021

E' possibile che la preoccupazione dei genitori per la positività del tampone crei in casa un clima di tensione che può interferire sulla serenità dei più piccoli.

Una domanda di: Mariangela
Ho un piccolo problema, ho una bimba di 7 mesi purtroppo risultata positiva
al covid. Per fortuna con un decorso lieve della malattia. Prima di questa, la mia bambina dormiva serenamente dalle 21,00 alle
6,30 del mattino senza svegliarsi! Ora è più di una settimana che non
riusciamo a farla dormire, si sveglia ogni 2 ore con un pianto disperato per
favore mi aiuti a capire come posso tranquillizzarla! Grazie.

Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile mamma,
i risvegli notturni e il pianto potrebbero essere conseguenza di quanto accaduto di recente nella vostra famiglia. Immagino che ci siano stata tensione e preoccupazione generale da parte di voi genitori sia per la positività riscontrata in vostra figlia sia perché magari anche per voi il tampone ha segnalato l’avvenuto contagio da parte del Coronavirus. Questo può aver creato in casa un clima diverso, meno rilassato del solito, che in qualche modo può aver destabilizzato la bambina. Credo che la cosa migliore sia avere pazienza e coccolare il più possibile vostra figlia. Se i pianti non dovessero diminuire con attenzioni, presenza, baci e carezze e con la ripresa delle abitudini di sempre (e con il ritorno di un’atmosfera serena), consultate il pediatra per segnalare il problema e farlo valutare. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti