Bimba che aspetta troppo per andare a far pipì

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 12/01/2024 Aggiornato il 12/01/2024

I bambini vanno abituati ad andare in bagno con una certa regolarità e per farlo aiuta accompagnarli a intervalli regolari, in modo che comprendano che fare pipì è un'attività naturale quanto imprescindibile.

Una domanda di: Roberta
Salve, mia figli di 7 anni continua a non andare subito in bagno quando ne sente il bisogno, ma dà la precedenza al gioco, cosi facendo non va in bagno fin quando non le scappa qualche goccia di pipì, e di conseguenza ha sempre le mutandine bagnate. Mentre se siamo fuori casa sta più attenta a quando sente il bisogno di fare pipì e non le scappa nelle mutandine! Non so piu cosa fare per farle capire l’importanza di andare subito al bagno!

Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora,
in situazioni come quella descritta si devono fare esercizi di “ginnastica vescicale”, cioè abituare bene la bambina a svuotare la vescica anche con due o tre spinte o pressioni quando è sul water. Poi, come dice lei, bisognerebbe farla abituare ad andare in bagno con una certa regolarità, per favorire la diuresi e vedere se le mutandine rimangono asciutte tra una minzione e l’altra. Diciamo che bisognerebbe arrivare a far comprendere alla bambina che fare pipì è un’azione naturale come, per esempio, lavarsi le mani Provi ad accompagnarla in bagno diciamo ogni paio d’ore, per prevenire appunto i piccoli incidenti che lei descrive. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Sertralina in gravidanza: meglio diminuire la dose giornaliera?

14/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In genere il dosaggio medio indicato per la sertralina è tra i 50 e i 150 mg al giorno: se si sta già assumendo una quantità minima rispetto alla posologia può non essere opportuno ridurre ulteriormente la dose, specialmente di propria iniziativa.   »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti