Bimba che non fa pipì da 24 ore: che fare?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 28/06/2021 Aggiornato il 28/06/2021

Già dopo 12 ore trascorse senza che il bambino, pur bevendo molto, faccia pipì è opportuno rivolgersi al pronto soccorso.

Una domanda di: Maria Rosaria
Salve dottore, la mia bambina di 3 anni oggi ha avuto un blocco di vescica
nel senso è stata per 24 ore senza fare pipì. L’ho fatta bere tanto ma niente! Ora dorme e non ha fatto
ancora pipì da ieri sera! È normale? Grazie per la risposta.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora,
se un bimbo non fa pipì per più di 12 ore anche bevendo tanto e se inizia a lamentare dolore o anche solo fastidio al basso ventre è più che opportuno rivolgersi ad un pronto soccorso, perché ci si trova di fronte a un blocco della vescica su cui occorre intervenire. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni cutanee dopo una puntura di insetto

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

A volte a scatenare reazioni sulla pelle può essere anche l'applicazione dell'antistaminico in crema.  »

Gravidanza e scomparsa improvvisa dei sintomi

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è automatico che la scomparsa dei sintomi tipici della gravidanza sia brutto segno.   »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti