Bimba che non vuole più stare con la nonna

Dottoressa Luisa Vaselli A cura di Dottoressa Luisa Vaselli Pubblicato il 08/06/2021 Aggiornato il 08/06/2021

Affetto, pazienza, vicinanza (nei limiti del possibile) aiutano il bambino ad accettare meglio la necessità di stare con persone diverse dai genitori.

Una domanda di: Adele
La mia bambina ha 23 mesi. Io e mio marito lavoriamo. E’ stata sempre due ore con mia suocera. E’ da una settimana che come vede la nonna piange. Vuole venire in braccio a me o al padre, ci tira i morsi e graffia. Da cosa può dipendere questo comportamento?
Luisa Vaselli
Luisa Vaselli

Gentile signora,
per la sua bambina la nonna è, probabilmente, diventata il simbolo dell’abbandono dei genitori. Posto questo, mi mancano troppe informazioni per poter esprimere un giudizio.
La nonna la tiene due ore perché lavorate entrambi solo due ore? Tiene la bambina due ore e poi la porta al nido?
Ci sono stati eventi che potrebbero essere destabilizzanti come levare il pannolino, il ciuccio, oppure nella vostra vita c’è stata una perdita?
I bambini sono fisici, ogni loro disagio viene espresso con il movimento, con la gestualità, non hanno altro modo per mandarci i messaggi, dato che non hanno ancora un pensiero astratto né la padronanza del linguaggio. Non possono cioè esprimere con le parole le loro emozioni, la loro tristezza, la loro rabbia, la loro paura.
Essere portata al nido dalla nonna, dopo essere stata con lei due ore, potrebbe spingere la bambina ad associare un momento poco felice con la sua figura (è solo un’ipotesi anche perché lei non mi spiega come si svolge la giornata della bambina). Se così fosse, sarebbe bene che qualche volta fosse la nonna ad andare a riprenderla al nido per riportarla a casa. Qualunque cosa sia, quello che ora serve è mostrare a questa bimba quanto più affetto possibile. Starle vicino ogni volta che si può può velocizzare il momento in cui tutto rientrerà nella norma. A volte aiuta anche stare qualche volta un po’ di tempo tutti insieme: voi genitori, la nonna, la bambina. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Assorbenti interni: li può usare una ragazzina di 11 anni?

16/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Sara De Carolis

Non ci sono controindicazioni mediche all'uso degli assorbenti interni fin dalla prima adolescenza. Va tenuto presente, però, che per applicarli correttamente la ragazzina deve imparare a conoscere bene la propria anatomia.   »

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Fai la tua domanda agli specialisti