Bimba che vuole solo il seno sinistro

A 15 mesi un bambino si attacca al seno più per consolazione che per necessità nutrizionali in senso stretto, Ecco perché può preferire un solo seno, quello che per qualche ragione gli è più "comodo".

Una domanda di: Veronica
Vorrei un’informazione. Mia figlia ha 15 mesi e da pochi giorni vuole essere allattata solo dal seno sinistro, a cosa è dovuto questo comportamento? Sapete darmi dei consigli?
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma,
data l’età della bambina, l’allattamento al seno è più una consolazione e meno un mezzo per nutrirsi (immagino che sia già svezzata da tempo e che assuma una buona varietà di alimenti diversi dal latte). E’ possibile dunque che il seno sinistro sia più “comodo” per sua figlia, che reclami solo questo per una semplice preferenza, per la quale non è facile trovare una spiegazione dal punto di vista pediatrico. Lascerei che scelga, anche se provando a offrirle anche l’altro seno. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.


Scrivi a: Leo Venturelli
Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Fontanella quasi chiusa a sei mesi: è un brutto segno?

La (quasi) chiusura della fontanella a sei mesi di età non è un segno allarmante, se lo sviluppo neurologico è normale e la crescita della circonferenza cranica regolare.   »

Tampone vaginale positivo allo streptococco al termine della gravidanza

Può accadere che in prossimità del parto il tampone vaginale rilevi la presenza dell'infezione. In questo caso, all'inizio del travaglio viene praticata la profilassi antibitica per evitare che il bambino venga contagiato al momento della nascita.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Fai la tua domanda agli specialisti