Bimba con miopia congenita

Professor Luca Rossetti A cura di Professor Luca Rossetti Pubblicato il 05/07/2018 Aggiornato il 01/08/2018

A fronte di una miopia congenita riscontrata a 3 anni di età, è opportuno rivolgersi a un centro superspecialistico per l'oftalmologia pediatrica, attenendosi con la massima fiducia alle indicazioni del medico che prende in carico la bambina.

Una domanda di: Alessandra
A mia figlia di quasi 3 anni è stata riscontrata una miopia congenita.
L’abbiamo portata da sei diversi oculisti che ci hanno dato sei diverse misurazioni della vista.
La prima visita l’abbiamo fatta ad 1 anno e le hanno riscontrato 4.5. Dopo 3 mesi l’abbiamo fatta visitare da un oculista specializzato e rinomato che le ha riscontrato -8 e a distanza di 2 mesi (ha chiesto di rivedere la bambina) l’ha trovata migliorata (-6). Non sentendosi in grado di trovare la gradazione giusta mi ha consigliato un altro specialista (il professor Capozzi del Bambino Gesù).
Per uno scrupolo l’ho portata al Bambin Gesù e mi hanno riscontrato -6 e dopo 2 giorni -11.
A questo punto io non so da chi portarla. Nessuno riesce a capire la gradazione e io mi sento preoccupata e demoralizzata.
Aggiungo che mia figlia, che parla poco, a parte leggere da vicino non presenta nessun problema: non inciampa, è spericolata.
Io e mio marito siamo entrambi miopi. Io – 4.50 e mio marito – 6.
Esiste una cura? Qualcosa che posso fare? Sono confusa.
Luca Rossetti
Luca Rossetti

Cara signora, la cosa che dovrebbe fare è affidarsi ad un centro superspecialistico per l’oftalmologia pediatrica (se è comoda, il Bambino Gesù è senz’altro adatto) e affidarsi allo specialista che seguirà la sua bambina, con fiducia. Verrà eseguito un esame in cicloplegia della refrazione e verrà quantificato il difetto in maniera abbastanza precisa. Poi, su consiglio dello specialista, dovrà intervenire con una correzione ottica per permettere alla piccola di vedere bene anche in distanza. Esistono possibilità di terapie con atropina a bassa concentrazione per ridurre la progressione del difetto, ma questa opzione le sarà senz’altro offerta dal medico che prenderà in carico la bambina. In questa fase andare a cercare sempre nuove opinioni può confondere. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Menarca a 10 anni: è preoccupante?

03/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La prima mestruazione a 10 anni non è un fenomeno significativo dal punto di vista medico, mentre lo è il sovrappeso che probabilmente ne ha favorito la comparsa.   »

In ansia per quello che non mangerà alla scuola materna

31/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

All'asilo i bambini tendono ad accettare di buon grado pietanze che a casa respingono, per imitare i coetanei. L'ingresso in comunità sotto il profilo dell'alimentazione è spesso provvidenziale.   »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Fai la tua domanda agli specialisti