Bimba con “morso crociato”

Specialista Giulia Bernkopf A cura di Specialista Giulia Bernkopf Pubblicato il 24/08/2018 Aggiornato il 24/08/2018

Il morso crociato è una malocclusione che deve essere corretta, per non rischiare le conseguenze che può comportare sulla funzionalità e l'estetica della dentatura.

Una domanda di: Monica
A mia figlia di 4 anni e mezzo è stato diagnosticato il morso crociato. praticamente ha tre denti nella parte superiore che non chiudono in avanti quando mastica. Mi è stato consigliato l’uso di un’apparecchiatura palatale che, dall’interno, spinge in posizione corretta i denti superiori. Desideravo avere un suo parere in merito. Grazie, cordiali saluti.
Dottoressa Giulia Bernkopf
Dottoressa Giulia Bernkopf

Cara lettrice, la correzione del morso crociato è una procedura assolutamente corretta in età pediatrica. La correzione impedisce infatti uno sviluppo muscolo-scheletrico asimmetrico, evento frequente quando il morso crociato non viene corretto. E’ più che opportuno dunque che lei segua il consiglio che le è stato dato. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti