Bimba di 10 mesi che vule mangiare solo il latte materno

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 22/11/2021 Aggiornato il 22/11/2021

A 10 mesi è doveroso che un bambino segua già un'alimentazione varia, quindi è opportuno escogitare dei trucchi per incoraggiarlo ad assaggiare primi, verdure e pietanze.

Una domanda di: Anna Maria
Sono la nonna di una bimba di 10 mesi che vuole prendere solo ed esclusivamente il latte della mamma. Quando le si propone una alternativa, inghiotte appena 2 cucchiaini di minestrina e poi serra la bocca. La bambina cresce bene, pesa circa 10 chilogrammi, ma la mamma vorrebbe avviarla ad una alimentazione più varia e comunque iniziare a togliere pian piano il suo seno… È normale tutto ciò? Grazie.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara signora, a 10 mesi direi che è doveroso che il bambino assuma anche alimenti diversi dal latte, perché se non accade c’è il rischio che vada incontro a carenze, di ferro in particolare. Uno dei sistemi che funzionano è quello di lasciare che sia la bambina a prendere con le sue manine e a portarsi alla bocca un pezzetto di banana, delle verdure bollite, un pezzetto di broccolo per esempio o di pastaasciutta. Insomma, bisogna incuriosila con assaggio, inducendola a essere lei stessa a voler provare. Una buona idea è anche che almeno le prime volte all’ora dei pasti siano il papà o la nonna o il nonno a occuparsi della bambina, affinché non abbia a portata di mano l’aternativa del seno materno. Da qui il passo verso uno svezzamento più completo e varia può essere breve. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza e vaccino contro difterite-tetano-pertosse: il richiamo va fatto ogni volta?

06/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il richiamo del vaccino trivalente DTP è raccomandato a ogni nuova gravidanza per garantire al nascituro un "bagaglio immunitario" in grado di proteggerlo da difterite, tetano, pertosse fino a quando non verrà sottoposto lui stesso alla vaccinazione.  »

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti