Bimba di 4 anni con valori del sangue alterati

Professor Angelo Michele Carella A cura di Professor Angelo Michele Carella Pubblicato il 27/02/2020 Aggiornato il 27/02/2020

Quando alcuni valori del sangue risultano alterati è opportuno effettuare ulteriori analisi di approfondimento.

Una domanda di: Teresa
Buongiorno dottore. Vorrei sottoporle il caso di mia figlia di 4 anni.
Nell’ultimo periodo è inappetente, molto molto pallida e spesso stanca e fiacca.
Le allego le analisi che le ho fatto fare, mi preoccupano sia la ferritina che la sideremia molto basse e la vitamina B12 così alta.
Premetto che né io né mio marito siamo microcitemici e che prima di un anno di età la bambina ha fatto degli esami del sangue che hanno dato come esito valori nella norma.
Al momento, in attesa di fare chiarezza, le sto dando 4ml al giorno di Ferritin OTI sciroppo.
Ringraziandola anticipatamente le porgo i miei cordiali saluti.
Angelo Michele Carella
Angelo Michele Carella

Cara Signora,
la mia sensazione è che possa trattarsi di una risposta linfocitaria ad un’infezione da virus(delle vie respiratorie, per esempio). Proporrei di fare una valutazione immunofenotipica dei linfociti per avere un quadro più preciso.
Vorrei però segnalare che vi è un incremento di eosinofili che generalmente aumentano in corso di allergie ma anche per la presenza di parassiti. Andrà pertanto effettuata la ricerca di parassiti e loro uova nelle feci. Infine è presente microcitosi eritrocitaria rapportabile ad una carenza di ferro (valutare sideremia, transferrina e ferritina) con una sospetta beta talassemia eritrocitaria che
andrà valutata mediante elettroforesi dell’emoglobina. Mi tenga aggiornato, se lo desidera.
Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Fai la tua domanda agli specialisti