Bimba di 4 mesi che non vuole dormire a pancia in su

Dottor Pietro Falco A cura di Dottor Pietro Falco Pubblicato il 14/08/2018 Aggiornato il 14/08/2018

Far dormire il bambino supino è una delle regole irrinunciabili per la prevenzione della sindrome della morte improvvisa del lattante, nota con l'acronimo SIDS (dall'inglese Sudden Infant Death Syndrome).

Una domanda di: Valentina
Gentili dottori, mia figlia ha 4 mesi e l’ho sempre messa a dormire a pancia in su (rispettando le regole per la prevenzione della SIDS). Da un paio di settimane a questa parte però mia figlia nel sonno si vuole girare di lato o a pancia in giù. Io la rigiro a pancia in su ma lei continua a mettersi a pancia in giù.. questa cosa si ripete anche 10 volte di fila fino a che lei non si sveglia e piange. Io ormai passo le notti praticamente sveglia a continuare a girarla a pancia in su, ma dopo pochi minuti la ritrovo prona. Inoltre a volte mi addormento e quando mi sveglio lei è già a pancia in giù, magari da un’ora! Cosa posso fare? Sono davvero esausta, ormai sono due settimane che non dormo e inoltre la bambina è nervosa perché continuo a svegliarla girandola. Da quando potrò lasciarla dormire come vuole? Grazie mille
Pietro Falco
Pietro Falco

Gentile Valentina,
dal suo racconto mi rendo conto di quanto possa risultare stressante correggere continuamente la posizione di una bimba durante il sonno. Molti bambini tendono a dormire di lato e, a volte, in posizione prona e si è quindi costretti a girarli continuamente in posizione supina. Mi dispiace ma non c’è altra cosa da fare: la posizione di lato è anche accettabile (se è il piccolo a sceglierla) prona assolutamente no! I rischi di SIDS (Sudden Infant Death Syndrome) nel primo anno di vita per cattiva posizione durante il sonno sono concreti!!
Dunque deve sacrificarsi ancora un po’ e assicurarsi che la bimba dorma supina fino all’anno di vita, secondo quanto raccomandato dall’Accademia americana dei pediatri. .
Può provare a cambiare eventualmente il materassino che deve essere piuttosto rigido e senza cuscino, sperando in un miglioramento. Può anche cercare di favorire la posizione supina legando alle sponde del lettino paracolpi imbottiti (a volte il bambino in questo modo si sente protetto e accolto e quindi può accettare meglio di stare a pancia in su). Cara mamma, crescere un bambino a volte è sacrificio, notti insonni, ansia, tutto superabile dal fatto che in ogni caso fare la mamma , soprattutto di un lattante, è esperienza unica e meravigliosa e che purtroppo non tutte le donne hanno la fortuna di vivere. In bocca al lupo.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Fai la tua domanda agli specialisti