Bimba di 5 mesi che pesa più di 10 chili: conviene fare accertamenti?

Professor Gianni Bona A cura di Professor Gianni Bona Pubblicato il 15/07/2022 Aggiornato il 15/07/2022

Se un bambino allattato esclusivamente al seno presenta un incremento di peso inusuale diventa opportuno valutare l'alimentazione della mamma e verficare quanti chili ha acquistato durante la gravidanza.

Una domanda di: Chiara
Salve dottore, ho un dilemma che mi assale, la mia bimba nata il 10/02/2022 di 4,200 kg ad oggi che ha 5 mesi pesa 10,300 kg ed è lunga 75 centimetri. L’allatto esclusivamente al seno. Secondo lei devo approfondire con analisi specifiche per capire come mai cresce così tanto?
Gianni Bona
Gianni Bona

Gentile signora,
prima di tutto mi permetta di dirle che lei è una mamma davvero attenta alla salute della sua bambina e questo merita un apprezzamento. Per quanto
riguarda la sua domanda, la risposta è no, non occorre fare accertamenti particolari. Posto questo, avrei bisogno di sapere se lei durante la
gravidanza ha sofferto di diabete gestazionale o se è, comunque, aumentata in modo eccessivo (a parere del ginecologo), se dopo il parto ha recuperato
rapidamente il peso di prima della gravidanza e se attualmente segue un’alimentazione varia, sana, ragionevolmente calorica. Può accadere, infatti,
che se la dieta della mamma non è corretta dal punto di vista nutrizionale, in quanto troppo ricca di grassi animali e di dolciumi, attraverso il latte
materno possano raggiungere il bambino sostanze che favoriscono il suo incremento di peso inusuale. Lungi da me la volontà di colpevolizzarla, cara signora,
è solo che non sapendo nulla della sua storia posso solo formulare ipotesi che trovano più comunemente riscontro. Un’altra cosa che non mi ha riferito
è il numero di poppate che vengono somministrate a questa bambina nell’arco delle 24 ore. Mangia anche di notte? E a ogni poppata più o meno quanto
latte assume? Comunque sia, tra un mese inizierà lo svezzamento, che le raccomando dovrà essere affrontato confrontandosi con il pediatra curante,
in modo da essere sicuri di non proporre alla bambina un’eccessiva quantità di pappa. Naturalmente potrà continuare ad allattarla al seno, tenendo conto
che anche la poppata è un pasto, quindi sarebbe meglio non proporla subito dopo la pappa.
Se vuole, mi riscriva pure con le informazioni che mancano, soprattutto relative al suo aumento di peso in gravidanza e al suo peso attuale, così mi sarà
possibile aggiungere ulteriori riflessioni. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Assorbenti interni: li può usare una ragazzina di 11 anni?

16/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Sara De Carolis

Non ci sono controindicazioni mediche all'uso degli assorbenti interni fin dalla prima adolescenza. Va tenuto presente, però, che per applicarli correttamente la ragazzina deve imparare a conoscere bene la propria anatomia.   »

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Fai la tua domanda agli specialisti