Bimba di 9 anni che tossisce molto: è la SIRT?

Professor Giorgio Longo A cura di Professor Giorgio Longo Pubblicato il 20/03/2024 Aggiornato il 20/03/2024

La tosse da ipersensibilità dei recettori (SIRT) non può spiegare le continue e prolungate infiammazioni dell'apparato respiratorio in una bambina di 9 anni, anche perché tende a risolversi intorno ai sei anni.

Una domanda di: Stefania
Ho conosciuto lei tramite internet, ho letto recensioni e altri articoli dove parlano di lei che è un esperto di sindorme SIRT. Ho una
bimba di 9 anni che ne soffre, scoperta tra l’altro da un mese, finora ho girato medici di tutta la Calabria e da quando era piccola ricoverata per
bronchite e broncopolmonite e polmonite… pensavo che con la crescita della bambina sarebbe passato tutto e invece nulla, peggiora sempre; ora viene colpita
soprattutto nella parta alta, quindi la SIRT le provoca faringite, tracheite, laringotracheiti con tosse. Sta facendo cortisone da quando era
piccola e pesa 50 chilogrammi per via dei farmaci, non ne posso più di dare farmaci senza risolvere il problema. Ora sta facendo fluspiral da 125 da 20 giorni e
singulair ogni sera: andava meglio i primi giorni, ora si è raffreddata di nuovo e le è venuta la tosse, la notte piange perché non ha pace e ha mal di
testa per la forte tosse. Mi creda non abbiamo pace, è sempre malata, comunque è anche allergica agli acari della polvere, graminacee eccetera, io volevo un suo parere
o se è possibile portargliela e magari farle fare una visita. Io abito in Calabria, appena può mi risponda, non so più che fare.
Giorgio Longo
Giorgio Longo

Cara signora,
purtroppo non saprei cosa dirle perché da come racconta la storia di sua figlia non riesco a trovare una ipotesi unificante. La tosse da ipersensibilità dei recettori (SIRT) non può spiegare tutto il problema, anche perché di norma si tratta di una tosse importante e terribile per intensità, ma che esordisce verso i tre anni di età e tende a risolversi (o almeno a ridursi fortemente) con l’età della scuola. Le cure che le hanno prescritto sono orientate e molto efficaci per curare l’asma bronchiale allergico, ma non impediscono il ripetersi della tosse delle comuni infezioni respiratorie che, da quanto leggo, ha contratto in questi ultimi giorni. L’obesità, che mi sembra l’aspetto più rilevante della bambina, è la prima cosa da affrontare seriamente, anche perché ritengo molto improbabile che possa essere riportata al troppo frequente utilizzo delle terapie cortisoniche specie se fatte, come credo, principalmente per via inalatoria. Dunque, il mio consiglio è di parlare con il pediatra curante per decidere insieme uno schema alimentare più congruo, che serva davvero a controllare il peso di questa bambina. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti