Bimba di due anni che non vuole più il latte

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 11/04/2024 Aggiornato il 11/04/2024

Non è obbligatorio che un bambino continui ad assumere il latte se dimostra di non gradirlo più, visto che le alternative per coprire il suo fabbisogno di calcio ci sono.

Una domanda di: Valentina
Buongiorno dottore, sono circa 3 giorni che la mia piccolina di 2 anni rifiuta di bere il latte… lei beveva il Mellin 4 di crescita e sino a qualche giorno fa lo beveva; ora lo rifiuta appena lo assaggia…non mangia nulla né yogurt né succhi: possibile che debba stare digiuna sino all’ora di pranzo? Non so più cosa fare; ho provato a cambiare dal biberon alla tazza a farle assaggiare il nostro latte…nulla.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma,
prima di tutto voglio dirle che non c’è alcun bisogno che la bambina beva il latte. Se non lo vuole, non insista. Provi con la colazione salata: una fetta di pane con ricotta, per esempio, o anche con una piccola quantità di prosciutto cotto o di tanto in tanto un uovo alla coque. In alternativa, una banana o una mela. Per quanto riguarda l’apporto di calcio, basta il parmigiano grattugiato sulla pasta o sulla minestra a garantirlo. Le ricordo che non deve però essere un di più, ma un’alternativa alle altre proteine. Per quanto riguarda invece il latte, lasci passare qualche giorno senza proporlo, poi può provare a offrirlo “scuro”, cioè mescolato a cacao a temperatura ambiente, da bere magari nel bicchiere con la cannuccia. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Colesterolo alto in gravidanza: ci sono rischi per il bambino?

14/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Durante la gravidanza un aumento del valore del colesterolo (entro certi limiti) è fisiologico, tuttavia ogni caso va considerato a sé quindi spetta al ginecologo curante stabilire, in base alla storia clinica della singola donna, se l'incremento può essere o no la spia di qualcosa che non va.   »

Bassa statura di una ragazzina in prossimità del menarca: aumenterà ancora un po’?

09/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La statura è influenzata in modo rilevante dalla genetica, ma gioca un suo ruolo anche l'eventualità che il bambino sia nato pretermine. In ogni caso, anche dopo l'arrivo della prima mestruazione (menarca) le ragazze in genere continuano a crescere di alcuni centimetri.  »

Ginnastica prepuziale nei piccolissimi: perché non si deve fare?

08/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Forzare il prepuzio di un piccolino a scendere verso il basso fino a scoprire il pene può essere pericoloso. la fimosi fisiologica è un meccanismo di difesa voluto dalla natura che fa sempre le cose per bene.   »

Fai la tua domanda agli specialisti