Bimba di tre anni in forte sovrappeso

Professor Gianni Bona A cura di Professor Gianni Bona Pubblicato il 25/06/2019 Aggiornato il 25/06/2019

L'obesità nei primi anni di vita va controllata il prima possibile prima di tutto grazie a una dieta corretta che deve essere il medico a indicare.

Una domanda di: Katiuscia
Salve Dottore la mia bambina ha tre anni e due mesi è alta un metro e zero tre e pesa 24 kg. Per lei è una bambina obesa? Le sue ultime analisi sono tutte
nella norma non è una bambina che fa una vita sedentaria e mangia sano. Che consiglio mi dà? Grazie per la sua disponibilità.
Gianni Bona
Gianni Bona

Gentile signora,
la sua bambina supera di tre chili il limite massimo delle nostre curve di crescita per l’età e questo impone di rivolgersi al più presto a un centro di endocrinologia pediatrica, dove le verrà indicato uno schema alimentare adeguato alla sua condizione di sovrappeso importante. Posto questo, per avere un quadro più chiaro della situazione mi servirebbe innanzi tutto sapere quanto pesava alla nascita, se nei primi due anni di vita il suo ritmo di crescita ponderale (di peso) è stato particolarmente rapido o se è aumentata così tanto tra i due e i tre anni. Vorrei inoltre avere un’idea di quanto mangia questa bambina: quanti pasti al giorno, in che dosi, se consuma merendine, dolci e gelati e se sì in che quantità. Ha inoltre possibilità di correre, saltare, andare in bicicletta? Quanto rimane davanti alla televisione durante il giorno? Comunque sia, sarà il centro a cui si rivolgerà a consigliarla per il meglio anche riguardo lo stile di vita. In generale, per risolvere un severo problema di obesità in un bambino si deve prima di tutto intervenire sulla sua alimentazione, eliminando i dolci e limitando al massimo i grassi animali. La dieta deve essere varia, ben bilanciata, ragionevolmente calorica, con molta verdura. Il movimento è importantissimo, come di sicuro lei sa bene. Mi tenga aggiornato, se lo desidera. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Nonna che svaluta i genitori: che fare?

18/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si possono tollerare gli atteggiamenti prevaricatori dei nonni (né di altri parenti che si occupano dei bambini): in caso contrario si espongono i figli a vari rischi.   »

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti