Bimba di tre mesi che non tiene (ancora) la testina dritta

Dottoressa Maria Pia De Carolis A cura di Dottoressa Maria Pia De Carolis Pubblicato il 10/11/2021 Aggiornato il 10/11/2021

Il controllo della testina può avvenire anche dopo i tre mesi, senza che questo sia un segno peoccupante. Tuttavia se si ha la sensazione che nel bambino ci sia qualcosa che non va è più che opportuno approfondire con l'aiuto del pediatra.

Una domanda di: Vanda
Ho una bimba di 3 mesi, che alla nascita pesava 4.100 kg. Dai parametri vitali tutto nella norma, ma
ho notato che la bambina non fa le cose che altri lattanti fanno: non riesce a
reggere la testa, non vuole stare a pancia sotto, tende sempre a tenere la
testa inclinata anche quando è sul letto o nel passeggino. Non sempre
risponde ai suoni, a volte sembra che mi guardi e sorrida altre sembra che
stia in un mondo tutto suo: può essere che e una mia impressione?

Maria Pia De Carolis
Maria Pia De Carolis

Cara mamma,
mi segnala che la sua piccina di 3 mesi di età non controlla bene il capo, che non risponde sempre ai suoni e che, seppure a volte sorride, spesso sembra assente!
Di per sé questi segni potrebbero essere normali per l’età della bimba in quanto il controllo “completo” del capo si acquisisce dopo il terzo mese, e sempre verso il secondo-terzo mese i bimbi iniziano ad avere un contatto con le persone care come la mamma e rispondono a stimoli piacevoli come il contatto con la mamma con sorrisi “volontari”.
Ovviamente i tempi di acquisizione possono variare da caso a caso: ogni bambino ha il suo personalissimo giusto momento (sempre entro certi limiti).
Tuttavia credo che la mia risposta, pur rassicurante, possa essere parziale, e che, nel suo caso sia necessario affidarsi alla valutazione del pediatra che conosce e segue la bimba. Lo stesso pediatra, tenendo conto delle sue segnalazioni e della valutazione clinica complessiva, può constatare i tempi di acquisizione di queste importanti tappe di sviluppo e valutare se è necessario effettuare ulteriori accertamenti specialistici. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

E’ gemellare la mia gravidanza?

29/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Per sapere se la gravidanza è gemellare nonché per capire se, eventualmente, è in evoluzione favorevole è necessario attendere che il tempo trascorra. Continuare a sottoporsi a controlli troppo presto non serve a ottenere risposte (ma ad aumentare l'ansia sì).   »

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti