Bimbo che cresce poco e ancora non cammina

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 11/09/2019 Aggiornato il 11/09/2019

Quando un bimbo di 15 mesi cresce molto lentamente e ancora non muove i primi passi è opportuno tenere la situazione monitorata con attenzione.

Una domanda di: Rosa
Vi scrivo perché oggi dal pediatra mi sono accorta che il bimbo in quasi 4 mesi ha preso solo 100grammi. Non è un mangione, non l’ho è mai stato: ha un anno e tre mesi e mezzo e pesa 8,600 kg per 75 centimetri di statura. Ancora non cammina, solo nel box con l’aiuto della manina, perché questo blocco di crescita? Il pediatra è tranquillo io mi sto iniziando a preoccupare sul serio. Voi cosa mi consigliate di fare? Grazie anticipatamente.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora,
la situazione deve essere senz’altro tenuta sotto controllo, tuttavia se il pediatra non ha posto dubbi sulla situazione, probabilmente il suo bambino è sempre cresciuto poco e non è solo una questione di questi ultimi mesi.
Certo è che una verifica della ripresa del peso in autunno sarà da fare, sempre osservando altre condizioni generali tipo vivacità, appetito, aspetto motorio e di linguaggio. In altre parole, se la condizione di salute generale, che comprende appunto gli aspetti appena menzionati, è soddisfacente si può stare di certo più tranquilli. Riguardo al camminare, se tra due mesi il bambino non avesse ancora iniziato è opportuno un approfondimento. Certo è che tenerlo nel box non favorisce il progresso nei movimenti, anzi, può essere molto limitante perché costringe il bambino in uno spazio angusto. Credo sia opportuno toglierlo dal box e lasciarlo seduto su una coperta, circondato da sedie, poltrone o divano affinché abbia la possibilità di attaccarsi e tirarsi in piedi autonomamente. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Nonna che svaluta i genitori: che fare?

18/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si possono tollerare gli atteggiamenti prevaricatori dei nonni (né di altri parenti che si occupano dei bambini): in caso contrario si espongono i figli a vari rischi.   »

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti