Bimbo che piange in modo inconsolabile

Dottor Pietro Falco A cura di Dottor Pietro Falco Pubblicato il 27/12/2018 Aggiornato il 27/12/2018

Le crisi di pianto in un piccolissimo possono esprimere la presenza di un disturbo fisico, quindi rendono opportuna la visita pediatrica.

Una domanda di: Silvana
Il mio nipotino ha compiuto tre mesi ieri 25 /12/2018 e da tre giorni nel pomeriggio si sveglia strillando e non si calma neanche al seno.
Pietro Falco
Pietro Falco

Cara nonna,
è verosimile che si tratti di colichette, tuttavia non posso esprimermi senza avere la possibilità di visitare il bambino. In generale, quando un piccolino comincia a piangere all’improvviso bisogna prima di tutto stabilire se è subentrato uno specifico disturbo che gli arreca dolore, come potrebbe essere per esempio una otite o un’infezione delle vie urinarie (in questo caso potrebbe avvertire bruciore mentre fa pipì). E’ dunque d’obbligo che il pediatra lo visiti. Una volta esclusa la presenza di particolari problemi, si è autorizzai a pensare che si trovi alle prese appunto con una colichetta o che abbia più appetito del solito e che quindi sia opportuno offrirgli il seno più spesso. Spero di esserle stato d’aiuto. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

A riposo assoluto da un mese per via di uno “scollamento”

08/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

Il riposo assoluto in gravidanza è inutile e potrebbe essere dannoso, anche in caso di scollamento amnio-coriale. Molto meglio condurre una vita normale, evitando ovviamente gli strapazzi.   »

Terzo cesaeo dopo due cesarei complicati: è possibile?

01/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Senza dubbio, un terzo cesareo dopo due cesarei che hanno determinato complicazioni espone a dei rischi, che è bene ponderare prima di decidere per una terza gravidanza.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti