Bimbo che rifiuta la pastina

Dottor Leo Venturelli
A cura di Dottor Leo Venturelli
Pubblicato il 15/05/2019 Aggiornato il 16/05/2019

Se il bambino rifiuta la pastina, conviene evitare di proporgliela per qualche settimana: insistere per fargli mangiare un cibo che non gradisce può aumentare la sua ostilità.

Una domanda di: Linda
Il mio piccolo di 13 mesi pesa 10 chili ed è alto 77cm da diversi giorni rifiuta le sue solite pappe: semolino crema di riso ecc. + omogeneizzato e verdure … stavo continuando a dare le pappine perché da sempre ha manifestato molta resistenza per la pastina nonostante io abbia provato a variare i condimenti e le consistenze ma senza raggiungere risultati …ogni volta la stessa scena lo imbocco e poi vomita … ho letto che è una condizione normale ma non capisco come mai avviene solo con la pastina a prescindere dal condimento che utilizzo. Purtroppo in questi giorni i conati di vomito si sono estesi a quasi tutto ciò che gli viene proposto comprese le sue solite pappine…… cosa mi suggerisce di fare non so come comportarmi … devo insistere ? potrebbe darmi qualche indicazione … La ringrazio! Ho consultato quattro pediatri e fortunatamente mi hanno detto che è in perfetta salute e che se beve latte mangia biscotti, pane frutta e un po’ di ricotta non devo preoccuparmi… ma ovviamente questo non mi rassicura più di tanto perché la sua alimentazione è diventata statica e secondo me non in linea con l’età che ha e con il suo fabbisogno calorico.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma,
proverei a lasciare che sia il suo bambino a portare il cibo alla bocca con le manine: anche un pezzetto di pasta asciutta, condito con olio e passata di pomodoro. Per incoraggiarlo ad gustare più cibi provi anche a proporgli piccoli pezzi di banana, di broccolo, di carote bolliti, sempre permettendogli di mangiare da solo, senz aimboccarlo. In generale, è bene non isistere per fare mangiare al bambino un alimento che rifiuta perché si rischia di di renderlo ostile a quel piatto per sempre. Tenga presente che se è vero che un bambino deve avere una dieta varia lo è anche che la pasta non è indispensabili: sospenda per un po’ il tentativo di farliela apprezzare e riprovi tra qualche settimana. Quello che davvero conta è che la crescita sia regolare e non subisca arresti. Se ben quattro pediatri hanno stabilito che il suo piccolo sta bene e cresce bene non vedo davvero la ragione di preoccuparsi. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Terzo cesareo a due anni dal secondo: quali pericoli?
22/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

In realtà i rischi legati a un terzo cesareo sono più o meno gli stessi dei due cesarei precedenti.   »

Ho un neo che mi fa paura: aiuto!
17/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

A fronte di un neo diverso dagli altri, specialmente se comparso di recente e con tendenza a modificarsi per forma, colore e dimensione è irrinunciabile sottoporsi tempestivamente a un controllo dermatologico.   »

Bimbo di 16 mesi molto vivace: che fare?
16/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' normale che a 16 mesi il bambino voglia misurarsi con le sue nuove capacità psicomotorie: quello che gli si deve impedire è di farsi male, ma in generale è meglio non eccedere con i no.  »

Fai la tua domanda agli specialisti