Bimbo con fitte nel sederino

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 07/10/2020 Aggiornato il 07/10/2020

Un dolore di tipo trafittivo nella zona dell'ano può essere dovuto a varie cause, che vanno via via escluse.

Una domanda di: Paola
Il mio bambino di quasi 4 anni da qualche tempo di tanto in tanto si lamenta di forti fitte all’ano. Non sempre queste fitte compaiono dopo l’evacuazione, ma ieri sera invece sì. Tuttavia non durante, ma sempre dopo. Il dolore che ha riferito ieri sera era violento, tant’è che ha pianto tantissimo. Eppure le feci anche ieri sera erano morbide e, almeno in apparenza, l’evacuazione ieri sera, come sempre, è avvenuta senza sforzo. Non abbiamo mai trovato tracce di sangue nella carta igienica. Un pediatra ha parlato di ossiuri, potrebbe essere? Vale la pena di dargli la medicina contro i vermi senza avere una diagnosi sicura? Vorrei inoltre sapere a cosa potrebbe essere dovuto questo dolore. Tenga presente che anche osservando attentamente l’ano non si nota nulla di anomalo. La prego ci dia qualche dritta.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma,
un dolore di tipo trafittivo alla zona anale può derivare normalmente da ragadi, emorroidi anche interne e non sempre sanguinanti. Difficile che gli ossiuri diano dolore, normalmente creano prurito notturno nella zona anale. Può però essere utile eseguire lo scotch test per la ricerca delle uova di ossiuri.
Se si trattasse di emorroidi del tratto medio dell’ano l’alimentazione corretta, senza cibi irritanti e la regolarità dell’alto dovrebbero aiutare. Comunque ci sono anche situazioni di infezione della zona: “anite” che però è caratterizzata da arrossamento e indurimento della cute intorno allo sfintere anale, quindi escludo sia questo il caso.
Se persiste il disturbo è ovviamente consigliabile far vedere il bambino al pediatra e con lui decidete che fare. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

La mia gravidanza si è interrotta: riuscirò ad avere un bambino?

30/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per quanto strano possa sembrare, un aborto spontaneo, anche se rappresneta un evento dolorosa, comprova che la coppia riesce a concepire, quindi è fertile.   »

Sangue rosso vivo a un mese dal parto

30/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Le lochiazioni non preoccupano se sono costituite da sangue, ma solo se diventano maleodoranti o troppo abbondanti.  »

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

Fai la tua domanda agli specialisti