Bimbo con problemi di salute: com’è difficile essere coppia!

Dottoressa Annalisa Pistuddi A cura di Dottoressa Annalisa Pistuddi Pubblicato il 15/11/2021 Aggiornato il 15/11/2021

Quando il famiglia c'è un bambino difficile da gestire è pressoché automatico che l'armonia di coppia nel risenta: pazienza, affetto, desiderio di far funzionare le cose possono cambiare la situazione in meglio.

Una domanda di: mamma di Etan
Ho avuto una gravidanza molto difficile e inaspettata, ho 28 anni e mio figlio è stato operato di atresia esofagea solo a 6 mesi ed è stato un percorso veramente difficile per noi, ci stiamo ancora lavorando. Vorrei sapere come, con un bambino così difficile da gestire, posso trovare il tempo e le forze per stare in armonia col mio compagno di vita, ci amiamo molto ma lo stress ed il poco tempo complica le cose e gli animi si scaldano facilmente. Un caro saluto.

 

Annalisa Pistuddi
Annalisa Pistuddi

Gentile signora, come mai il vissuto verso suo figlio è la “difficile gestione”? Un bambino che subisce un intervento in tenera età, momento in cui si trova in piena evoluzione che gli viene bloccata da un evento traumatico, necessita di molte attenzioni da entrambi i genitori. Comprendo il suo dolore e la voglia di un quotidiano dove c’è spazio per tutti, ma la situazione è particolare per tutta la famiglia e con questa realtà si deve fare i conti. E’ già molto importante la sua consapevolezza e lo è ancora di più il suo desiderio di far funzionare il vostro rapporto di coppia, una coppia che come lei afferma si ama molto. Del resto, quando c’è un bambino piccolo, anche in una situazione meno critica, la coppia un pochino viene penalizzata. Vedrà comunque che con il passare del tempo, a poco a poco tutto si aggiusterà: l’importante è volere che accada. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti