Bimbo di 10 mesi che non si riesce a far dormire a pancia in su

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 11/06/2023 Aggiornato il 11/06/2023

Quando il bambino inizia a girarsi nel letto autonomamente durante il sonno, non si può costringere a rimanere supino, quindi bisogno ricorrere ad altri accorgimenti per la sua sicurezza.

Una domanda di: Noemi
Salve, mio figlio ha 10 mesi. Solitamente dorme su un fianco ma ora sta iniziando a mettersi da solo a pancia in giù la notte. Io quando lo vedo lo rimetto a pancia in su ma dopo poco si gira nuovamente. Posso lasciarlo così o è Comunque pericoloso? È su un materasso rigido e la culla è vuota.
Grazie.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma,
quando il bambino è in grado di ruotarsi nel letto e girarsi, valgono le precauzioni da lei descritte dalla: niente giochi, niente paracolpi intorno alle sbarre del lettino, cuscino antisoffoco basso o anche evitare cuscino, lenzuolino o copertina leggera, leggera, per evitare surriscaldamento o soffocamento, materasso rigido. Poi la notte riposizionare il bambino o quantomeno toglierlo da eventuali arrotolamenti della copertina o del lenzuolino. Meglio comunque lenzuolo leggero e pigiamino che lo tenga al caldo che non coperte pesanti addosso. Più di così non si può fare per tenerlo sdraiato a pancia in su, che è la posione vivamente raccomandata nei primi mesi di vita (quando il bebè rimane nella posione in cui lo si adagia in culla) perché diminuisce il rischio di SIDS, acronimo che sta per Sudden infant death sindrome, in italiano morte in culla. Desidero dirle che mi congratulo per la sua grande attenzione nei confronti del suo piccolino. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti