Bimbo di 11 mesi che salta sul pancione della mamma: può danneggiare il feto?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 26/05/2024 Aggiornato il 26/05/2024

Gli urti che riceve il pancione sono pericolosi se la donna avverte dolore, tuttavia non è opportuno permettere a un figlio, anche se piccolo, di agire in modo troppo energico nei confronti della mamma incinta.

Una domanda di: Serena
Ho appena scoperto di essere incinta, (sono proprio all’inizio) a soli 11 mesi dal precedente parto (cesareo d’urgenza). Il mio bimbo è molto energico ed ad alto contatto, inoltre ancora allattato da me. Salta, lo allatto ed addormento addosso. Mi chiedevo se queste sollecitazioni sull’addome potessero pregiudicare il benessere del piccolo in grembo. Già da ora e pregiudicare la corretta formazione. Grazie.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora, come indicazione generale posso dirle che il feto è ben protetto all’interno dell’utero quindi le sollecitazione che riceve perché suo figlio le dorme addosso o salta su di lei non dovrebbero essere pericolose. I traumi ricevuti dall’utero che espongono a rischi sono quelli che provocano nella mamma la comparsa di dolore o, peggio, di sanguinamento e non penso che suo figlio arrivi a tanto. Detto questo, non mi sembra opportuno che questo bambino la schiacci o comunque si dimeni su di lei o, ancora, sottoponga il suo corpo a pressioni: anche se ha solo 11 mesi gli si può già insegnare che le persone, mamma inclusa, non possono essere trattate come pupazzi di gomma. Per quanto riguarda l’allattamento, può tranquillamente proseguirlo se le fa piacere perché non c’è il rischio che comprometta la gravidanza in corso, tuttavia se si sentisse stanca o avesse voglia di smettere può tranquillamente farlo visto che ormai il bambino è svezzato del tutto. L’unico accorgimento dovrà essere quello di farlo con gradualità, in modo che il piccolo non ne risenta. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti