Bimbo di 4 anni con ritardo del linguaggio e “bastian contrario”

A cura di Dottor Giorgio Rossi Pubblicato il 08/05/2023 Aggiornato il 08/05/2023

Se il ritardo del linguaggio è in miglioramento, non ci si deve preoccupare più di tanto della tendenza del bambino di opporsi e ribellarsi a tutto (compreso quanto di fatto gli piace fare), perché a 4 anni un simile comportamento può essere ancora considerato nella norma. Solo se i suoi atteggiamenti superano una certa soglia, meritano attenzione.

Una domanda di: Ambra
Buongiorno dottore,
ho delle preoccupazioni inerenti lo sviluppo di mio figlio che a breve compirà 4 anni.
A causa di ritardo del linguaggio abbiamo proceduto l’anno scorso a ben due visite da due diversi neuropsichiatri infantili (uno presso struttura
pubblica e l’altro privato), entrambi hanno evidenziato un problema fono-articolatorio del linguaggio in presenza di uno sviluppo adeguato. A me però
qualcosa non convince. Il linguaggio in un anno è migliorato, infatti il bambino è in grado di fare delle piccole richieste e di dare delle piccole
risposte, chiede il perché su ogni cosa ed è molto comunicativo, ma nel momento in cui bisogna fare una conversazione un po’ più lunga inizia a
dare risposte senza senso non pertinenti al contesto. Inoltre, quando lo porto con me al lavoro, dove ho necessità di parlare con diversi
interlocutori lui, sebbene non conosca le persone e il contesto, si inserisce nella conversazione ripetendo qualche parola che ha appena sentito
mischiandola a qualcun altra, facendo una sorta di “macedonia” di parole e interfacciandosi con chi gli sta davanti. Potrebbe essere ecolalia? Inoltre,
da qualche mese, quando sta in casa, corre da una parte all’altra come se dovesse sfogarsi, se io lo chiamo o gli dico ad esempio di non correre, lui
mi ascolta, è presente, mi risponde, ma mi chiedo se tutto ciò può rientrare in uno sviluppo tipico per l’età. Penso che tutti i bimbi siano capricciosi
a quest’età ma lui mi sembra troppo oppositivo in partenza. Qualsiasi situazione gli si proponga è sempre no seguita da pianti. Come se fosse
frustrato. Da “facciamo la colazione”, con risposta “no non la voglio la colazione” ad “andiamo in piscina”, seguito da “no non ci voglio andare in
piscina”. Tutte situazioni che lui, passati i capricci, è molto contento di affrontare. Dal mio punto di vista è un bambino molto intelligente e
curioso. Potrebbe rientrare nel disturbo delle spettro autistico, ma essendo in una forma lieve difficile da identificare? A che difficoltà potremmo andare incontro?

Giorgio Rossi
Giorgio Rossi

Gentile signora, è già stato individuato un disturbo di linguaggio, per altro in miglioramento, e questa è una confortante notizia; che si inserisca con parole senza senso, con una certa loquacità, può fare ancora parte della sua difficoltà espressiva, di cui potrebbe non importargli, non accorgersi e non essere consapevole pienamente, non essendo così indotto ad essere più silenzioso, inoltre potrebbe essere un po’ impulsivo, quando interrompe i vostri discorsi. Dalle sue parole non concludo che si tratti di ecolalia. Ha 4 anni ed è vivace, perché questo sia un problema deve essere che per la sua vivacità gli altri bambini non amino giocare con lui, ma direi dalle sue parole che sembra la vivacità possibile in un bambino così piccolo. È oppositivo, “bastian contrario”, ma siamo ancora nel cosiddetto “periodo del no”, che inizia intorno ai 18 mesi e si smorza più o meno a 4 anni, fa parte del normale sviluppo e corrisponde al bisogno di assertività, di opporsi per affermare la propria identità e posizione nel mondo; se diventa eccessivamente oppositivo e provocatorio, e continua nel tempo così, questo si configura come disturbante. L’osservazione che sia comunicativo di per sé farebbe allontanare la sua preoccupazione che si tratti di un disturbo dello spettro autistico, inoltre l’hanno già visto in due NPI e non ci hanno pensato. Sembra un bambino con un disturbo del linguaggio, in evoluzione positiva, un po’ oppositivo, un po’ vivace (come detto, se gli altri bambini lo evitano perchè troppo vivace, non sta in fila e non rispetta i turni di gioco, è troppo irruento, o dispettoso, allora il comportamento è sopra la soglia della consueta vivacità ed assertività di un piccolo, e merita attenzione). Se le rimane il dubbio sullo spettro, si confronti di nuovo con un NPI riproponendo i suoi dubbi. Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Salpingografia: a cosa serve?

10/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La salpingografia è l'esame che indaga sulle tube alllo scopo di verificare se siano aperte o no. Allo stesso tempo, grazie al mezzo di contrasto, durante l'indagine eventuali ostruzioni possono essere rimosse.   »

Incompleto accollamento delle decidue: cosa vuol dire?

05/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La decidua è l'endometrio durante la gravidanza, in cui l'embrione si annida. Al di sotto c'è chorion, che è il "guscio" che delimita la camera gestazionale entro cui c'è la membrana amniotica o amnios, che è come un sacchetto che racchiude feto e liquido amniotico. Viene definito "mancato accollamento"...  »

Bimbo di 19 mesi che cambia spesso umore

04/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Paola Rolando

Non è raro che verso i due anni il bambino inizi ad avere momenti di nervosismo, manifesti rabbia o ribellione, sia capriccioso: accogliere le sue emozioni negative, facendolo sentire compreso e protetto è il modo migliore per contenere le crisi e fargli recuperare in fretta serenità e allegria.   »

Si può concepire con un solo ovaio e una sola tuba controlaterale?

23/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se una tuba è efficiente è possibile che durante l'ovulazione, anche se a carico dell'ovaio controlaterale, si muova dalla sua sede abituale e si allunghi per captare l'ovocita.  »

Fai la tua domanda agli specialisti