Bimbo di 5 mesi che vuole (ancora) il latte di notte

Dottoressa Angela Raimo A cura di Dottoressa Angela Raimo Pubblicato il 14/12/2023 Aggiornato il 14/12/2023

Con gli allattati al biberon, a cui si vuol far perdere l'abitudine di reclamare la poppata notturna, si può provare il metodo della "riduzione graduale del latte". Senza nutrire troppe aspettative sulla sua efficacia immediata.

Una domanda di: Rosy
Ho un bambino di 5 mesi e mezzo e faccio fatica a toglierli la poppata. Durante la notte si sveglia 2 volte per mangiare il latte artificiale circa 180 ml di latte.
Cosa posso fare per far sì che capisca che la notte non deve mangiare?
Angela Raimo
Angela Raimo

Cara signora,
prima di tutto cerchi di avere un po’ di pazienza visto che comunque il bambino si sveglia per mangiare e poi si riaddormenta quindi probabilmente
ha davvero fame. Tanto più che prende il latte artificiale quindi tenderei a escludere che reclami la poppata per il solo desiderio di attaccarsi al seno, per avere un contatto con la mamma. (anche se comunque questa eventualità non sarebbe da considerare inappropriata). Stiamo parlando di un lattante di 5 mesi quindi non è così
stupefacente che non abbia ancora abbandonato la poppata di notte. Comunque sia, per fargli perdere questa abitudine che evidentemente le pesa moltissimo (e se lei mi segue saprà che io credo fermamente che un bambino sta bene se la mamma sta bene) in genere può funzionare il metodo della riduzione graduale della
quantità di latte: notte dopo notte gliene offra una decina di grammi in meno …
Sempre senza aspettarsi che il rimedio funzioni all’istante come una bacchetta magica. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti